OPINIONI

Condividi:

Pubblicato il 07/08/2018

2,5 MILIARDI DI DOLLARI PER SAPERE CHE (FORSE) ABBIAMO ACQUA SALATA SU MARTE . E STI CAZZI?

Il Dente Avvelenato



Vi elenco di seguito le notizie sti cazzi su Marte:

Sei anni fa il rover Curiosity della NASA sbarcava sul pianeta della fantascienza. Lungo 3 metri e pesante sulla Terra 900 chili è costato 2,5 miliardi di dollari. Il 6 agosto 2012, dopo aver percorso nello spazio 350 milioni di miglia, la sonda ha iniziato a girare su Marte. Era partito il 26 Novembre 2011 . La missione si chiama Mars Science Laboratory,

ECCO LE NOTIZIE STICAZZI CHE RIEMPIONO QUALCHE PAGINA DI GIORNALE
Il Curiosity viaggia a 30 metri all’ora, ma potrebbe andare anche a 90. Forse ci sono i multavelox fotonici e moderano la velocità.
Geni , ricercatori, primi della classe, scienziati e astronauti che si divertono molto: tutti vogliono sapere se sarà possibile la vita su quel pianeta.
Chissà chi ci manderanno in campeggio spaziale. IO una idea ce la avrei.
Sappiamo anche che ci potrebe essere acqua salmastra ad una profondità di 300 metri. Uno scoop su cui si sono tuffati i giornali, ipotizzando chissà quali scenari.
Se mi avessero chiesto un parere sulla missione avrei risposto: ” Non abbiamo tempo e non abbiamo soldi da perdere”
Trump ha già pensato alla armata spaziale. Vuoi vedere che anche su Marta l’America troverà qualche guerra da cominciare e non finire.
Il periodo di rotazione del pianeta rosso è leggermente più lento di quello della Terra e dura, rispetto a noi, 1 giorno e 37 minuti. Per ilnostro calendario, quindi, Curiosity è nello spazio da 2000 giorni, ma sono 2054 secondo il calendario marziano. Ce lo riferiscono eccitatissimi i giornalsti “scientifici” facendo schioccare la lingua per l’eccitazione.
Durante i sei anni trascorsi su Marte, il rover ha raccolto le prove della presenza, in epoche remote, di acqua allo stato liquido, constatando le caratteristiche del terreno appartenuti a laghi ora asciutti.
Curiosity, che ha resistito a una violenta tempesta di sabbia che ha avvolto tutto il Pianeta Rosso, chiuderà a fine 2018 la seconda fase della sua missione.
Ah! dimenticavo: è in arrivo sul pianeta la missione Insight, prevista in partenza a novembre e poi in attesa del suo successore Mars 2020.
Altri miliardi di dollari buttati dalla finestra.
Gli astronauti non stanno più nella pelle.
Anche noi, vero?