CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 11/02/2017

70MILA ITALIANI EMIGRATI IN GERMANIA NEL 2015 E ALTRETTANTI NEL 2014

 

In germania, gli  arrivi  di immigrati registrati nel 2015 sono in totale  2.136.954

In testa la  Siria, con oltre 320mila unità,  poi  Romania, Polonia, Afganistan, Bulgaria e Italia, con 74.105 arrivi, l’unico paese dell’Europa occidentale che manifesta un trend di crescita anche rispetto al 2014  e diminuiscono gli arrivi da Grecia e Spagna.

E’ il secondo anno consecutivo che gli arrivi dall’Italia superano la quota di 70.000; l’ultimo anno in cui si registrò un afflusso paragonabile fu il 1966, con poco più di 75mila arrivi.

SCAPPANO ANCHE GLI IMMIGRATI IN ITALIA VERSO LA GERMANIA 

Il  flusso di nuova emigrazione italiana è composta anche da immigrati precedentemente insediati in Italia che hanno lasciato il paese.

Dei 74.105 arrivati, infatti, solo 57.191 sono di nazionalità italiana.

L’ISTAT  NE DICHIARA SOLO  17MILA 

I dati rilasciati recentemente dall’Istat registrano, invece,  per il 2015 la cancellazione di residenza per la Germania di  soli 17.299; la differenza è di 58.806; Il dato tedesco è circa 4,3 volte più alto del dato Istat.

Nel corso del quinquennio 2011-2015 (dati rilasciati dal 2012 al 2016) l’Istat  parla di 60.700 cancellazioni di residenza per l’espatrio verso la Germania,  ma lo Statistisches Bundesamt dichiara 274.285 arrivi dall’Italia. Con una differenza di 213.585.

Come noto, la differenza è spigabile con la mancata iscrizione all’Aire di molti connazionali e con la tardiva cancellazione di residenza in Italia prima di trovare una collocazione lavorativa accettabile ed aver definitivamente optato per la residenza all’estero.

I dati dello Statistiches Bundesamt mostrano con evidenza la imponente progressione dei flussi di arrivo in Germania, evolutisi nel corso del decennio, come segue:

661.000 (2006),

680.000 (2007),

682.000 (2008),

721.000 (2009),

798.000 (2010),

958.000 (2011),

1.080.000 (2012),

1.226.000 (2013),

1.464.000 (2014),

2.136.954 nel 2015.

Due terzi di questi flussi provengono da altri paesi europei, mentre meno di un terzo proviene da paesi extracomunitari, a parte la  Siria., che ha relativamente influito su questo rapporto portandolo a circa 3/5 dall’Europa e ai restanti 2/5 dal resto del mondo.

Prosegue quindi la crescita dei flussi in ingresso verso la Germania secondo quanto programmato da questo paese  con l’obiettivo di far entrare circa 20 milioni di persone da qui al 2050 per ottenere un saldo immigratorio positivo e stabilizzato di circa 10 milioni di persone, così da mantenere sui livelli attuali (oltre 80 milioni), la popolazione del paese, afflitto, come la gran parte degli altri paesi europei da un consistente calo demografico.

 IMMIGRATI IN GERMANIA SECONDO MAGGIORI I PAESI DI ORIGINE E NAZIONALITA’ – ANNO DI RIFERIMENTO: 2015

(FONTE: Statistisches Bundesamt Wiesbaden – 2017)

PAESI Origine Nazionalità
SIRIA 326.872 309.699
ROMANIA 213.037 221.405
POLONIA 195.666 190.834
AFGANISTAN 94.902 84.881
BULGARIA 83.579 86.274
GERMANIA ——- 120.713
ITALIA 74.105 57.191
IRAK 73.122 64.825
ALBANIA 68.932 69.362
CROAZIA 57.412 60.980
UNGHERIA 56.373 58.096
SERBIA 42.594 39.719
KOSSOVO 41.492 44.081
SPAGNA 35.717 23.598
TURCHIA 32.684 23.698
GRECIA 32.494 28.256

TOTALI DALLE DIVERSE AREE E CONTINENTI:

EUROPA: 1.221.291 1.244.217
PAESI OCSE: 593.636 610.399
PAESI EU (15): 252.259 300.937
PAESI EU (28): 911.720 966.752
PAESI EXTRA EUROPEI: 880.820  
AFRICA: 115.905 113.170
AMERICA: 69.171 48.374
ASIA: 687.848 633.768
OCEANIA: 7.896 3.816
TOTALE complessivo:    2.136.954