CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 28/12/2018

71 ANNI EX PARACADUTISTA FRANCESE AFFRONTA L’OCEANO IN UNA “BOTTE “

Militare paracadutista in congedo , Savin si è già attrezzato per la notte di San Silvestro e il giorno del suo compleanno, il 14 gennaio.

PARMA- Jean-Jacques Savin ha iniziato ieri mattina il suo tentativo di traversata dell’Atlantico a bordo di una specie di “barile”, che si muoverà solo con la forza delle correnti, partendo dalla piccola isola di El Hierro, nelle Canarie, da dove spera di raggiungere i Caraibi in tre mesi.

“C’è un tempo formidabile con un’onda di un metro e mi muovo di 2 o 3 chilometri orari. Per il momento, la mia capsula si comporta molto, molto bene e ci sono dei venti favorevoli previsti fino a domenica”, ha indicato Savin che preparava il suo tentativo da mesi nel piccolo cantiere navale di Ares, nel bacino di Arcachon.

Tre metri di lunghezza, 2,10 di diametro e un peso (vuota) di 450 chili: il barile a forma di capsula spaziale, con la forma allungata e i lati sumussati, è costruito in compensato epossidico, processo che indurisce il materiale per renderlo resistente alle onde ed eventuali attacchi di orche. All’interno, su sei metri quadri di spazio vitale, una zona notte, un angolo cottura, una scrivania per i documenti e un ripostiglio laterale.