CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 26/05/2018

ACCADEMIA DI MODENA – MAK P100 – FRA 100 GIORNI LA STELLA DA SOTTOTENENTE PER IL CORSO SALDEZZA

ACCADEMIA MILITARE, CERIMONIA DEL MAK P 100

Gli Allievi Ufficiali del 198° corso “Saldezza” a cento giorni dalla nomina a Sottotenente celebrano il Mak P 100

MODENA- 26 MAGGIO 2018 -Alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, si è svolta oggi, al parco Novi Sad di Modena, la tradizionale cerimonia del “Mak P 100” degli Allievi Ufficiali del 198° corso “Saldezza” dell’Accademia Militare, evento, quest’ultimo, che segna i cento giorni mancanti alla promozione al grado di Sottotenente dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri.
Alla cerimonia erano presenti il Comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino e il Comandante delle Scuole dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Luigi Longobardi, nonché numerose Autorità locali.

Il Reggimento Allievi dopo aver sfilato per le vie cittadine, si è schierato all’interno del Parco, a testimonianza del profondo legame che unisce l’Accademia Militare con la città di Modena; sinergia ulteriormente consolidata dal conferimento del titolo di “Cadetto ad honorem” al Professore Angelo Oreste Andrisano, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Nel suo intervento il Generale Farina, dopo aver ringraziato le Autorità intervenute, ha voluto sottolineare l’importanza del traguardo raggiunto dagli Allievi del 198° corso “Saldezza”, affermando “se da un lato vi verrà chiesto di affrontare la carriera di Ufficiali in chiave moderna, dall’altro dovrete rafforzare quel patrimonio di valori senza tempo che hanno sempre caratterizzato l’UNA ACIES e tutte le generazioni di chi, prima di voi, ha intrapreso la stessa difficile ma entusiasmante professione, al servizio del Paese”.

La celebrazione del “Mak P 100” è una tradizione che risale al 1840; con il passaggio della “Stecca Accademica” gli allievi più anziani, giunti ormai al termine del biennio di studi accademici, cedono agli allievi più giovani la “Stecca”, riproduzione in grande scala di un piccolo attrezzo in legno, con una scanalatura centrale, che veniva usato, un tempo, dagli Allievi per lucidare i bottoni metallici della giubba senza sporcare il tessuto.
Anche quest’anno, gli Allievi Ufficiali prossimi alla promozione a Sottotenente hanno deciso di promuovere un’attività benefica a favore dell’Associazione Onlus “ASEOP” (Associazione Sostegno Ematologia Oncologica Pediatrica) di Modena per il progetto “la Casa di Fausta”, che prevede la realizzazione di una casa accoglienza per bambini ricoverati presso il Dipartimento Materno Infantile del Policlinico di Modena e loro famiglie.
L’Accademia Militare, attualmente comandata dal Generale di Brigata Stefano Mannino, è erede delle tradizioni della Reale Accademia istituita il 1° gennaio 1678 ed è l’Istituto Militare di formazione di base più antico al mondo, precedendo l’Accademia russa di San Pietroburgo, la Royal Military Academy inglese, la Ecole Royale Militaire francese e, infine, l’Istituto militare di West Point negli Stati Uniti d’America.


IL SALUTO AGLI ALLIEVI DEL COMANDANTE DI ACCADEMIA GENERALE STEFANO MANNINO

CARI ALLIEVI,
ABBIAMO GIA’ SENTITO COME “MAC PI CENT” SIGNIFICHI, NEL DIALETTO PIEMONTESE CHE “MANCANO APPENA 100” GIORNI. UN MODO DI DIRE, QUESTO, CHE È RETAGGIO DELLE ANTICHE TRADIZIONI SABAUDE DELL’ESERCITO E CHE VIENE PERPETUATO E VISSUTO OGNI ANNO DA TUTTE LE GENERAZIONI DI CADETTI, CON IL MEDESIMO ENTUSIASMO, EMOZIONE E TREPIDAZIONE.
LA CERIMONIA ODIERNA È UN APPUNTAMENTO TRADIZIONALE CHE RACCHIUDE IN SÉ PIÙ SIGNIFICATI: DA UN LATO VI E’ LA GIOIA DEGLI ALLIEVI “ANZIANI” DEL 198° CORSO “SALDEZZA”, CHE DOPO DUE ANNI INTENSI E FATICOSI, FRUTTO DI SACRIFICI, DI STUDIO E DI IMPEGNO PERSONALE, RAGGIUNGERANNO A BREVE UN PRIMO IMPORTANTISSIMO TRAGUARDO: LA PROMOZIONE A SOTTOTENENTE.
DALL’ALTRO, LA CONTESTUALE INVESTITURA PER IL 199° CORSO “OSARE” DI UNA MAGGIORE RESPONSABILITÀ NELLA VITA DELL’ISTITUTO,
CARI “ANZIANI” DEL 198° CORSO “SALDEZZA”.
LA GIORNATA ODIERNA RESTERÀ A LUNGO E FELICEMENTE IMPRESSA NELLA VOSTRA MEMORIA, IN UN CONNUBIO TRA ATMOSFERA FESTOSA ED IMPORTANTI SIGNIFICATI MORALI CHE ESPRIMONO IL RAGGIUNGIMENTO DI UN’AMBITA META, QUELLA DELLA NOMINA AD UFFICIALE.
RIPENSANDO AL RECENTE PASSATO, A QUESTI DUE ANNI TRASCORSI A MODENA, RITENGO CHE CIASCUNO DI VOI PROVI 4

QUASI UN SENSO DI STUPORE DI FRONTE ALLA RAPIDITÀ CON LA QUALE E’ CORSO IL TEMPO. UN PERIODO BREVE MA INTENSO IN CUI AVETE SPERIMENTATO LE PRIME RINUNCE ED I SACRIFICI LEGATI AD UNA DISCIPLINATA VITA MILITARE. MA ANCHE ORAMAI COMPRESO CHE QUANDO SI CREDE IN SE’ STESSI E SI E’ IN POSSESSO DI UNA SOLIDA BASE MORALE, VALORIALE ED ETICA, NON ESISTONO OSTACOLI ED E’ POSSIBILE SUPERARE QUALSIVOGLIA DIFFICOLTÀ.
STAMATTINA AVRETE PROBABILMENTE INDOSSATO LA VOSTRA UNIFORME CON UN PIZZICO DI ORGOGLIO IN PIÙ E SIETE ORA QUI AL COSPETTO DEI VOSTRI COMANDANTI E DEI VOSTRI AFFETTI PIU’ CARI CON L’ANSIA DI ESSERCI, DI MOSTRARVI, DI MANIFESTARE CON FIEREZZA ED ORGOGLIO LA VOSTRA GIOIA PER ESSERE ORAMAI GIUNTI AD UN PASSO DI UN PRIMO IMPORTANTE TRAGUARDO.
QUESTE EMOZIONI SONO VOSTRE. LE AVETE MERITATE E SUDATE, PER L’IMPEGNO, LA TENACIA, LA FERMEZZA, LA TENSIONE MORALE ED INTELLETTUALE CHE AVETE MESSO IN CAMPO PER ARRIVARE SIN QUI. CON UNA “SALDEZZA” D’INTENTI, VIRTU’ DALLA QUALE PRENDE IL NOME IL VOSTRO CORSO, DERIVANTE DA UNA CORAGGIOSA SCELTA, QUELLA CHE AVETE FATTO DUE ANNI ORSONO, VARCANDO IL PORTONE DELL’ACCADEMIA MILITARE, CON IL SOGNO E L’AMBIZIONE DI ENTRARE A FAR PARTE DI QUELLA UNICA SCHIERA, “UNA ACIES” IL MOTTO DELL’ACCADEMIA, DI UOMINI E DONNE CHE HANNO DECISO DI SERVIRE LE ISTITUZIONI IN ARMI CON LE STELLETTE DA UFFICIALE.
UN ATTO DI VOLONTA’ RINNOVATO CON IL GIURAMENTO DEL 18 FEBBRAIO 2017 IN CUI VI SIETE SOLENNEMENTE IMPEGNATI A SERVIRE LE ISTITUZIONI CON DISCIPLINA ED ONORE. 5

TRA POCHI GIORNI SI APRIRA’ UNA NUOVA FASE DELLA VOSTRA VITA. VI SPOSTERETE NEI RISPETTIVI ISTITUTI DI SPECIALIZZAZIONE A TORINO, PIUTTOSTO CHE A ROMA O QUI A MODENA, PER CONTINUARE LA VOSTRA FORMAZIONE IN QUELLO CHE RAPPRESENTA – LO VOGLIO RICORDARE E SOTTOLINEARE – UN PROCESSO CONTINUO E PERMANENTE CHE NON SI ESAURIRA’ PRESSO GLI ISTITUTI SCOLASTICI, MA CHE PROSEGUIRA’ ANCHE UNA VOLTA GIUNTI AGLI ENTI ED AI REPARTI OPERATIVI. UNA “FORMA MENTIS” ED UN “MODUS OPERANDI” CHE DOVRANNO SEMPRE ACCOMPAGNARVI NEL CORSO DELLA VOSTRA VITA MILITARE.
CIASCUNO DI VOI DOVRA’ INFATTI CONTINUARE A PREPARARSI “INDIVIDUALMENTE” AL MEGLIO DELLE PROPRIE POSSIBILITA’ PER FORTIFICARE LE PROPRIE CAPACITA’ CONCETTUALI, FISICHE E MORALI. TUTTO CIÒ, SENZA MAI DIMENTICARE CHE I RISULTATI MIGLIORI SI OTTENGONO SOLO SE SI RIESCE A FARE SQUADRA. LE POTENZIALITÀ E LE CAPACITÀ DI UN INDIVIDUO SONO – INFATTI – PREZIOSE E NECESSARIE, MA QUELLE DI UN GRUPPO BEN AMALGAMATO SONO UNICHE ED INSOSTITUIBILI PER RAGGIUNGERE OBIETTIVI AMBIZIOSI E DURATURI.
SAPPIATE PERTANTO INTERAGIRE CON CHI VI STA INTORNO E SIATE PRONTI A PROIETTARVI NEL CONTESTO INTERFORZE ED INTERNAZIONALE. SIATE APERTI AL NUOVO, AL CAMBIAMENTO, ACCETTANDO, CON UMILTA’, CONSIGLI E SUGGERIMENTI, MA AL TEMPO STESSO SIATE PRONTI A FARE ALTRETTANTO NEI CONFRONTI DEGLI ALTRI, CON GRANDE SENSO DI RESPONSABILITA’.
RICORDATE, INOLTRE, CHE SARETE COMANDANTI SOLO NELLA MISURA IN CUI SAPRETE TRASMETTERE AI VOSTRI COLLABORATORI GLI IDEALI IN CUI CREDETE, SOLO SE SAPRETE OTTENERE DA 6

OGNUNO DI LORO, AD UN TEMPO, STIMA, AFFETTO, RISPETTO ED OBBEDIENZA. GRAZIE SÌ AL LIVELLO DI AUTORITÀ RIVESTITO, MA SOPRATTUTTO IN VIRTU’ DELL’ AUTOREVOLEZZA DI CUI SARETE PORTATORI, SENZA ARROGANZA O PREVARICAZIONE, MA ANCHE SENZA ATTEGGIAMENTI POPULISTICI E DEMAGOGICI.
PER FAR CIO’ DOVRETE FAR RICORSO ALLE RISORSE PIÙ PROFONDE DEL VOSTRO ANIMO, CHE QUI, IN ACCADEMIA, ABBIAMO ACCURATAMENTE POTENZIATO: AUTODISCIPLINA, MOTIVAZIONE, TENACIA, CORAGGIO, CARATTERE: IN DEFINITIVA, ALL’ESSENZA MIGLIORE DELLA VOSTRA PERSONA. QUESTI SONO GLI ELEMENTI CARATTERIZZANTI DI CHI SI ADOPERA A FAVORE DELLA COLLETTIVITÀ, E SOPRATTUTTO DI CHI SI ASSUME O SI ASSUMERA’ A BREVE L’ONERE DI GUIDARE ALTRI UOMINI: L’ETICA DEL SERVIRE.
SIATE SEMPRE FIERI DEL PERCORSO INTRAPRESO, E AL TEMPO STESSO UMILI MA CORAGGIOSI NELL’AFFRONTARE UNA VITA DI CRESCENTI RESPONSABILITÀ. AGITE SEMPRE A FRONTE ALTA, SALVAGUARDANDO SEMPRE LA DIGNITÀ DELLE ISTITUZIONI, DEI VOSTRI UOMINI E DI VOI STESSI.
MA SOPRATTUTTO FATE CHE LA VOSTRA GIOVENTÙ NON SIA SOLTANTO UNA CONDIZIONE ANAGRAFICA MA COSTITUISCA UNO STATO PERENNE DEL VOSTRO SPIRITO, CHE VI CONSENTA DI IMPEGNARVI TOTALMENTE PER QUELLO IN CUI CREDETE E DI AFFRONTARE CON ENTUSIASMO OGNI NUOVA SFIDA.
DA COMANDANTE POSSO AFFERMARE CHE L’ACCADEMIA MILITARE HA FATTO DEL SUO MEGLIO PER AVVIARE IN MODO CORRETTO LA VOSTRA EDUCAZIONE E FORMAZIONE. L’ACCADEMIA VI HA FORNITO I PRIMI, FONDAMENTALI, “STRUMENTI DI LAVORO” PER POTER INIZIARE QUESTO PERCORSO DI VITA. 7

A VOI ORA IL COMPITO DI METTERE IN PRATICA GLI INSEGNAMENTI RICEVUTI, PER DIVENTARE DEI PROFESSIONISTI, DEGLI OTTIMI PROFESSIONISTI, MA SOPRATTUTTO DEI BUONI COMANDANTI.
IN QUESTO CONTESTO DESIDERO ESPRIMERE IL MIO PLAUSO AL PERSONALE DI STAFF DELL’ACCADEMIA MILITARE, AL REPARTO SUPPORTI GENERALI, ALLA LINEA DI COMANDO DEL REGGIMENTO ALLIEVI, AI DOCENTI UNIVERSITARI ED AGLI ISTRUTTORI MILITARI, CHE CON GRANDE DEDIZIONE E PROFESSIONALITÀ VI HANNO COSTANTEMENTE SEGUITO IN QUESTI DUE ANNI .
DESIDERAVO ORA CONCLUDERE CON UN ULTIMO INCISO, CHE SPERO, PROPRIO PERCHE’ ULTIMO, POSSA RIMANERVI PIU’ FRESCO NELLA MEMORIA, E CHE INTENDO RIPRENDERE IN QUANTO LO REPUTO TROPPO IMPORTANTE: CARI RAGAZZI, RICORDATEVI CHE LA COMPONENTE PRINCIPALE DEL NOSTRO SISTEMA, LA PIU’ DELICATA, LA PIU’ COMPLESSA ED AL TEMPO STESSO LA PIU’ PREZIOSA E’ E RIMANE L’UOMO…SAPPIATE AMARE E RISPETTARE I VOSTRI UOMINI…SAPPIATE VALORIZZARE OGNUNO DI LORO…SIATE SEMPRE DAVANTI A LORO, ANIMATI DAL CORAGGIO DELL’ESEMPIO… SAPPIATE ESSERE DEGNI DEL RISPETTO E DELL’OBBEDIENZA DEI VOSTRI UOMINI…SOLO COSI’ POTRETE DIRE, UN DOMANI, DI ESSERE STATI DEI BUONI COMANDANTI…. E NOI, DA QUEST’ALTRA PARTE, DI ESSERE STATI IN GRADO DI ASSOLVERE AL MEGLIO LA NOSTRA MISSIONE QUALI EDUCATORI E FORMATORI.
IN BOCCA AL LUPO …. CARI COLLEGHI!
E BUONA FORTUNA AL 198° CORSO “SALDEZZA”!

--