CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 21/08/2017

ACQUISITORI …….QUELLI VERI di Renato Perrotti

fregio.rrao.

Stavo facendo da spettatore alle gran disputa tra Incursori …quelli veri !!!
Me ne stavo buono buonino , a valutare la cosa , in realtà senza parteggiare per una o l’ altra visione sulla Loro discendenza , forte della incotrovertibile discendenza del Nostro Glorioso 185 di El Alamein e della recente discendenza del RRAO , ascritta dallo SME , dal 185 Rgt Arditi , con il Suo leggendario Squadrone Folgore e Nembo ( Squadrone di Ricognizione a cui appartenevano i Genitori-medaglie di argento- dei Generali Incursori IUBINI e LUPINI.
Nella discussione, il Generale Roberto VANNACCI , ha parlato di “Incursori quelli Veri”
I miei trentadue anni di Folgore e la conoscenza di pregresse “ dichiarate simpatie “ mi hanno fatto recepire immediatamente una ormai decennale allusione al confronto con il RAO .
Bene !!!
Vengo invitato a nozze !!!!
Parliamo allora degli Acquisitori QUELLI VERI !!!

In una relazione finale sulla Operazione “ Anaconda “ in Afghanistan , un Tenente Colonnello delle SOF USA ,(SF e SOF sono la stessa cosa ) scrisse della impossibilità, per alcuni Operatori, di richiedere il fuoco di supporto: in relazione al tipo di sorgente (terrestre e/o aereo ) ,in alcuni casi, non ne possedevano la capacità e la relativa “certification “
Il tenente Colonnello scrisse : “ Few Officers of our Special Forces are Universal Observers “.
La Nostra Forza Armata , che , con lungimiranza e di COMPROVATA IMPORTANZA OPERATIVA, tali Universal Observers possiede, con un background frutto di mezzo secolo di esperienza***, ha affidato il compito specifico in parola al RRAO , evitando cosi la sindrome da tuttologia all’interno delle SOF.
L’abbinamento della spregiudicatezza da paracadutista e il tecnicismo degli artiglieri ( 185° art par sempre primo alle prove valutative annuali) ha consentito un rapido passaggio dell’Unità alle SOF.
In certe situazioni, con gravi rischi di danni collaterali, non si può improvvisare o prendere la “ libretta “ per verificare Epx , Distanze di Sicurezza , 8 Delta iF , tipo di condotta del tiro in relazione all’ Angolo di Osservazione eccetera; cose che sicuramente “qualcuno “ , preso da curiosità , andrà a verificare, rispolverando vecchie pubblicazioni di balistica esterna e Istruzioni di Artiglieria . Per inciso , in passato ho tenuto lezioni di Istruzioni sul Tiro di Artiglieria a Operatori del 9° Parassalto….
E’ il caso di ricordare che il RAO per primo in ITALIA ha avuto i Facs Combat ready Night, abilitati A1 Green dalle FFAA USA ( Controllori del Fuoco Aereo ), indicandone la indispensabilità anche a quel Qualcuno che ebbe modo di dire : “Quando mai controllerete il fuoco Aereo !?, sono cose da Artiglieri “. Ora , per fortuna , tutte le Unità SOF ( e convenzionali) hanno capito l’ importanza di tale capacità e si sono opportunamente “attrezzate” e alcuni loro Comandanti , colti da magnanimità, raccontano come il RAO condivida con loro da capacità Joint Fire (bontà loro ) .
La legittimità dell’ appartenenza alle SOF del RRAO è comprovata dalla Pubblicazione NATO AJP 3.5 , che descrive chiaramente le capacità che deve possedere una Unità SOF e , in particolare, suggerisce di evitare la tuttologia. Tra l’ altro -cito un esempio- indica la irruzione per la liberazione ostaggi come utile ma non indispensabile capacità di una Unità SOF .
In sintesi: determinate cose e’ bene le facciano GLI INCURSORi , altre , GLI ACQUISITORI, QUELLI VERI .
Infine ,ne approfitto per rappresentare il mio dispiacere allorquando Incursori ed Acquisitori , al presentat-arm in una cerimonia , non hanno elevato il grido “FOLGORE “ come peraltro fanno orgogliosamente i NOSTRI Carabinieri Paracadutisti , pur appartenendo ad altra Forza Armata .
Nono e 185 Rao, ineluttabilmente , devono moltissimo alla Brigata Paracadutisti FOLGORE, per motivi addestrativi, di supporto ed arruolamento .
Il RRAO, inoltre , deve molto al Nono, per aver quest’ultimo dettato le linee guida della pluriambientalità , in particolare….
Ma anche il 9° deve qualcosa al RRAO, che ha indicato ed evidenziato l’ importanza del “Target Acquisition e Sorveglianza clandestina “ , attività considerate prima da qualche Comandante, di secondaria importanza , tant’ che la LRRP fu ceduta al 185.inoltre,la concorrenza acuisce competitività e aggiornamento .

Un cordiale saluto a tutti suggerendo una massima : ( L’ incremento del punteggio valutativo della Mia Unità non lo si ottiene svalutando verbalmente gli altri ).
Peraltro l’ allora Vice dell’ ARCC , Generale MONROE , scozzese , dopo una valutazione , scrisse : “ They clearly have the capabilities to operate up the strategic level “….una volta tanto un anglosassone parla bene di noi…ci pensano gli italiani alle sottovalutazioni…
Renato PERROTTI ( ex Cte del RRAO, onorato aver comandato degli Acquisitori…. Veri e di essere amico di Incursori…naturalmente veri ).

**** ( compiti NORMALI degli Osservatori di Artiglieria sono : L’ acquisizione Obiettivi , Il Controllo del Fuoco e La Sorveglianza del Campo di Battaglia ) e una piu’ che decennale esperienza del Controllo del Fuoco Navale . Fino agli anni settanta una Unità a livello btr del 185° era distaccata in TARANTO , per tali interventi , alle dirette dipendenze dello SM Marina ) .