CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 06/06/2017

ASD TEAM FOLGORE: CONCLUSA LA LUNGA ESERCITAZIONE “SALTA E TIRA”

img-20170603-wa0003img-20170603-wa0014salta-e-tira121

PARMA- Il Team Folgore ha organizzato un addestramento scherzosamente chiamato “salta e tira” , che prevedeva tre lanci in zona collinare e montagnosa in tre giorni, di cui uno su un poligono privato. Proprio sul poligono c’è stato anche un aviorifornimento e successivo bivacco , il primo giorno di addestramento, 2 Giugno. In tutti e tre i lanci il vento dispettoso ha creato problemi di turbolenza e raffiche fino a 10 metri al secondo. Tutti sono atterrati in prossimità del bersaglio, dimostrando ottima capacità tecnica, acquisita con decine di lanci in montagna dove il vento è quasi sempre “non amico” e le zone di atterraggio particolarmente difficili.

Il 3 Giugno si è svolta una lunga sessione di istruzione al maneggio in sicurezza di armi lunghe ( AK47 russo, Colt M4 , Franchi a pompa calibro 12, Remington 7,62 e pistola Glock), con prove pratiche di tiro a corta, media e lunga distanza, anche in movimento. L’ Istruttore è stato Pietro Del Grano, membro del Team, titolare della una affermata armeria CENTROARMI www.centroarmi.it

Alle 15 di Sabato 3 Giugno è iniziata la esfiltrazione verso la aviosuperfice di Rubbiano di Fornovo, parallela alla autostrada a15 , posta a 8 chilometri. Il paracadute in spalla e il sole a 34 gradi, hanno reso l’operazione particolarmente faticosa. Il Team ha attraversato una gigantesca cava di argilla, con un paesaggio lunare ed un effetto riflettente del calore che ha reso ancora più allenante il percorso.

Alle 18 di Sabato il CESSNA ICIAO ha recuperato il Team che dopo circa 30 minuti di volo si è lanciato sulla zona permanentemente allestita per i loro atterraggi , al “posto comando dei congedati”, l’agriturismo Montefiascone di Claudio Vitali, a Traversetolo.

DOMENICA 4 GIUGNO

Il giorno dopo, sulla verticale della Cappella dedicata alla Madonna di Loreto a traversetolo , si è svolto l’ultimo lancio, per onorare insieme all’associazione arma aeronautica la ricorrenza della Pentecoste.

BRIVIDO A BASSA QUOTA
Dal video del 2 Giugno vi renderete conto del grave problema tecnico avuto durante il volo per una carenza di alimentazione dell’aereo. I 21 lunghi secondi la prima volta ed altri 8 la seconda, mentre l’aereo si trovava a circa 2 minuti dal punto di lancio a quota 1000 metri ( in spinta per arrivare a 1200) , hanno fatto scendere il velivolo a 450/500 metri. Il direttore di lancio ha pertanto preavvisato un lancio di emergenza, con atterraggio sul greto del torrente Taro, per lasciare libero il cielo al velivolo, che avrebbe dovuto tentare di raggiungere alla vicina aviosuperfice di Rubbiano di fornovo. La causa del blocco è da imputarsi al maggior consumo di carburante del primo serbatoio , dovuto al vento contrario, e alla mancata attivazione del rubinetto del carburante del secondo serbatoio.
Alla fine , grazie alla pronta reazione del pilota , cha ha individuato e risolto il problema, il motore è ripartito e l’operazione è continuata.

Il team che si è lanciato: Giovanni Conforti ( DL) – Pietro Del Grano ( secondo DL )- Paolo Robuschi – Walter Amatobene – Mario Locatelli.

Pattuglia guida: Francesco Vicari e Vittorio Zoni

Assistenza logistica : Vittorio Zoni

Speaker a Guardasone: Giorgio Cenci


IL VIDEO DELLO SPEGNIMENTO DEL MOTORE

…. E QUELLO DELL’ADDESTRAMENTO COMPLETO