CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 18/03/2017

BERGAMO: IL BAR CON I CALENDARI DEL DUCE IN VENDITA LIBERATO DALLE AMMENDE

vinicio-bergamno1
Il giudice di pace Angela Bungaro ha annullato la maximulta comminata nel luglio 2015 a Vinicio Morzenti, per 12 anni titolare del bar «Colazione da Tiffany» a Bergamo. Il locale era stato al centro di polemiche, con gli ex partigiani e gruppi antagonisti che non volevano i simboli fascisti che il proprietario esponeva in tutto il locale.

I vigili, allertati dalle associazioni, avevano sanzionato il proprietario solo per avere messo in vendita i calendari del Duce, a 4 euro: si trattava di attività propria di cartolaio non autorizzato. La una multa ammontava a 5 mila euro, ridotta da un primo ricorso a 2.582 euro.

Il giudice di pace , nella sentenza scrive che la norma scelta dai vigili «non si applica» a chi vende «opere di ingegno con carattere storico (attiene alla rievocazione di un periodo storico del nostro paese)». Nelle stesse righe la sentenza esorta i vigili ad essere più accurati nei rilievi per consentire migliori valutazioni. Il bar è anche decorato con numerosi oggetti che si riferiscono al Duce e ai simboli dell’ Impero Fascista.