CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 14/03/2019

CAMBIANO LE NORME PER I TRANSESSUALI NELLE FORZE ARMATE USA . CRITICHE DALLE ASSOCIAZIONI

iL Dipartimento statunitense della Difesa ha varato restrizioni per le persone transesuali che prestano servizio nelle forze armate.

Dal 12 aprile, le persone transgender attualmente in servizio e alle stesse arruolate entro quella data potranno continuare a sottoporsi a trattamenti ormonali o a eventuali interventi di cambio del sesso.

Dopo il 12 aprile nessuna persona con diagnosi di disforia di genere potrà essere arruolata a meno che non serva in base al genere di nascita. Nessuno sarà ammesso ai trattamenti ormonali o all’intervento chirurgico, pena congedo immediato.

Trump voleva la messa al bando dei transeessuali dalle forze armate, ma la Commissione dei Servizi armati presso la Camera dei Rappresentanti ha ha chiesto al Pentagono di astenersi dall’attuarle. «Chiunque sia qualificato e disponibile – ha dichiarato – dovrebbe essere autorizzato a servire apertamente il proprio Paese: questo è un divieto discriminatorio per i transessuali e si tratta di una politica bigotta».

La Gay & Lesbian Alliance Against Defamation (Glaad) ha affermato: «L’amministrazione Trump è ancora una volta crudele e ingiustamente rivolta contro le persone transgender che hanno servito questo Paese per anni».