OPINIONI

Condividi:

Pubblicato il 11/05/2020

CAPPUCCETTO VERDE E I SETTE NANI

il Dente Avvelenato

Un bel lavoro di intelligence, dall’inglese intelligenza ma anche un bel lavoro dell’intermediario che ha incassato 200mila dollari ( o euro?) e -sembra- dei servizi turchi ( ma cosa c’entrano i Turchi in Somalia?) e poi, finalmente, noi, con la valigetta dei soldi, l’aereo di stato e comitato con tanto di mascherina tricolore per mettere il cappello su una sconfitta. Mi chiedo perchè non sono state fornite le coordinate satellitari ai GIS oppure ai nostri incursori. Forse ci sarebbe costato meno; forse avremmo gratificato chi la pelle la rischia davvero per addestrarsi a perderla ( intelligence inclusa, ndr) anche per bellicapelli e avremmo dato una lezione a qualcuno.


All’arrivo di cappuccetto verde c’erano sia bellicapelli che à-bella-massccherina-tricccolore ( cadenza partenopea..).
Entrambi la guardavano in disparte, come i calciatori in barriera, quando si mettono le mani sui *bip*. La bella islamica nel bosco non li ha degnati di uno sguardo per molti minuti, abbracciando tutti quelli che incontrava tranne loro due. Chissà perchè la ragazza aveva i calzari. I guanti li capisco, anche perchè sono obbligatori per le musulmane, che non dovrebbero toccare un uomo. Sarà questo il motivo ? Ma i calzari, perchè? Vallo a sapere.
Lei aveva pure la mascherina, subito messa a collana; i due del pacchetto “riscatto+aereo+taxi”, con le mani sui *bip*, si sono messi in fila come si fa per baciare la sposa. Poi hanno applaudito commossi.


VOGLIO TORNARE PRESTO IN QUEI PAESI
Intanto cappuccetto verde, che si è convertita, dice di non essersi sposata – ahahah! capisciammè- , dice pure che tornerà presto in quei posti. Passata la bufera, incassati i soldi, potrà tornare dal marito e dalle co-mogli, vista la poligamia dei musulmani. L’imam della sua cittadina “la aspetta a braccia aperte”. Le ricorderà che le donne islamiche devono accettare burqa e divieto di contatti fisici con gli uomini? Ora lei non appartiene più all’occidente. Ora Aisha è benedetta e noi siamo gli infedeli ed impuri.



MISSIONE COMPIUTA- TUTTI GLI OBIETTIVI DI MARKETING RAGGIUNTI ( DAI RAPITORI) : SI E’ FATTA MUSULMANA : EMBE’?? ABBIAMO PAGATO UN RISCATTO: EMBE’?
Introducendo un argomento sempreverde che nemmeno cecchi paone o la boldrini o saviano potevano imbroccare, una giornalista di razza, addirittura di area non di sinistra, scrive un lungo articolo che vuole sottolineare come lei sia aperta di mente e noi gretti e aridi. Una breccia interessante, un risultato eccellente per il direttore marketing di Alshabab. Si accetta l’idea che questi eventi siano “normali”. Anzi: chi li critica è in errore, non i protagonisti.

Inizia con : “Sì, abbiamo pagato. Sì, lei si è convertita all’Islam. Il ritorno in Italia di Silvia Romano è accompagnato dalle consuete polemiche sul riscatto ma soprattutto dallo choc culturale di vedere la ragazza scendere dalla scaletta dell’aereo con un goffo tabarro e una gonna lunga fino ai piedi: insomma, vestita da perfetta musulmana.”


Poi continua criticando chi critica la ragazza e anticipando che lei queste cose non le fa. Lei vuole le donne libere di farsi rapire nei paesi a rischio, equiparandole ai soldati, che fanno la stessa scelta. Ecco la perla:
Non c’è niente da fare: l’uomo che si impegna in un’impresa pericolosa – che si arruoli nella Legione Straniera o coi curdi del Rojava – è un eroe; la donna che aderisce a una causa morale di qualunque tipo è una sventata, una scema, una poveretta inconsapevole e manipolata anche se, come le due Simone, ha trent’anni, è un’adulta e ha fatto una scelta di vita. Questo tipo di ragazze non ci piacciono, ci insospettiscono, forse mettono in difficoltà una cultura corrente dove il rischio non è più contemplato. Siamo il Paese di Anita Garibaldi, che cavalca e spara in mezzo a tre o quattro rivoluzioni, ma se vivesse oggi le diremmo: chi te l’ha fatto fare? Potevi restartene a casa, come tutte.



UN RISCATTO NON SI NEGA A NESSUNO
Il signor Primaditutto -come lo chiama Crozza- segnala che lui non lascerà nessuno indietro, costi quel che costi, mica no !!: turisti, bancarottieri, pasionarie, volontarie delle oennegggì, crocieristi, anche se stranieri, bambini da 36,5 di febbre in su. Basta che abbiano una bella storia da raccontare sui tolcsciov , da rilanciare su facebook e twitter. Queste ultime, come avrete intuito, sono le nuove sedi del governo per sapere le cose. A Rocco senza fratelli casalino piace così. Anche il comunicato su twitter di bellicapelli lo ha scritto lui.
Si dice che Primaditutto stabilirà un tariffario da pagare per riscatti di tipo A oppure B oppure C. (seguirà DPCM con modulo di autocertificazione del riscattato, ndr).
Si faranno turni per andarli a prendere. La scelta del corpo militare sarà inversamente proporzionale alla importanza del soggetto. Un bel lavoro di squadra.