CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 18/11/2016

CARABINIERI E SCUOLA SUPERIORE UNIVERSITARIA SANT’ANNA DI PISA : CORSI DEL TUSCANIA AI FUNZIONARI UE

Pisa, 18 novembre 2016 – Le crisi internazionali e le operazioni nel mondo. Firmato un accordo tra la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e l’Arma dei carabinieri per collaborare nella realizzazione di corsi per funzionari dell’Ue: lezioni teoriche ed esercitazioni per missioni nelle aree di crisi del mondo. Il progetto è stato firmato venerdì 18 novembre 2016 dal rettore della struttura di eccellenza Pierdomenico Perata e dal comandante generale Tullio Del Sette durante una sua visita alla Scuola, inserita dalla rivista inglese “Times Higher Education” tra le 10 migliori giovani università al mondo, tra quelle fondate da meno di 50 anni. Corsi simili sono stati tenuti anche dalla Folgore ( foto )

La collaborazione tra Sant’Anna e Arma coinvolgerà il 1° Reggimento carabinieri paracadutisti “Tuscania” nei corsi di alta formazione del programma “Heat”, acronimo di “Hostile Environment Awareness Training”, che la Scuola svolge – con la direzione scientifica del professor Andrea de Guttry – dopo essersi aggiudicata il relativo bando europeo, a cui hanno partecipato oltre 20 istituzioni di tutta Europa. Dei corsi “Heat” ne sono già stati portati a termine tre, mentre per il 2017 ne sono stati programmati 10.

L’obiettivo dei 50 corsi, che si svolgeranno in Toscana, parte alla Scuola Superiore Sant’Anna e parte nelle strutture di addestramento che l’Arma dei carabinieri mette a disposizione e rivolti ciascuno ad almeno 20 partecipanti, è fornire conoscenze e competenze per gestire attività e fronteggiare situazioni di potenziale pericolo, che dovessero presentarsi durante le missioni internazionali in cui saranno impegnati gli allievi, per svolgere il loro lavoro. Gli alti funzionari dell’Ue, selezionati di volta in volta per partecipare, potranno essere coinvolti nelle missioni internazionali in aree del mondo che presentano situazioni di pericolo, anche per l’incolumità personale.

Alle conoscenze teoriche, grazie ai docenti e al personale della Scuola Superiore Sant’Anna, si alternano a momenti operativi, resi ancora più efficaci dal coinvolgimento del 1° Reggimento carabinieri Paracadutisti “Tuscania”, i cui uomini – per rendere il più possibile veritiero lo scenario – guideranno il personale civile dell’Unione Europea in simulazioni ad alto impatto per fornire loro capacità pratiche in particolari ambiti quali, ad esempio, le tecniche di movimento a piedi e a bordo di autoveicoli o l’utilizzo di apparecchiature ed equipaggiamenti speciali.

«L’Arma all’estero partecipa a tutte le più importanti missioni militari e civili, anche a guida Ue – racconta il generale Tullio Del Sette, comandante generale dei carabinieri – ed è diventata punto di riferimento internazionale per la polizia di stabilità e per l’attività di assistenza tecnica e addestramento delle forze di sicurezza locali. La consolidata e apprezzata esperienza dei carabinieri nell’impiego in teatri caratterizzati da precarie condizioni di stabilità e il riconosciuto profilo internazionale della Scuola hanno fatto sì che il segretariato generale dell’European External Action Service assegnasse proprio ai due enti la responsabilità di portare a termine l’attività di formazione oggetto della convezione odierna».