Stampa

OPINIONI

l’editoriale odierno del Corriere della Sera, firmato da Ernesto Galli Della Loggia chiede: a quanti di noi importa il genocidio dei Cristiani? . E la risposta è scontata: «A nessuno». PARMA- «A quanti qui in Europa e in Occidente importerà davvero qualcosa dell’ennesima uccisione di cristiani, saltati in aria ieri, a Kano, in Nigeria, per lo scoppio di una bomba in una chiesa? E del… continua a leggere
il Dente Avvelenato PARMA- Continua inarrestabile e perfettamente organizzata, la silenziosa invasione dell'Italia per preparare anche da noi le rivolte sociali che serviranno a tentare di portare il califfato islamico all'ombra del Cupolone. Prove generali di sommossa sono già avvenute a Castelvolturno e siamo certi che sono pronte altre cellule non più dormienti, ben finanziate e pronte a tutto anche in Italia. Settantamila stranieri sono… continua a leggere
Multinazionali che trascinano in giudizio gli Stati per imporre la propria legge e far valere i propri «diritti», non è una supposizione: si contano già 500 casi nel mondo. di BENOÎT BRÉVILLE e MARTINE BULARD Sono bastati 31 euro per far partire lancia in resta il gruppo Veolia contro una delle poche vittorie riportate dagli egiziani nella «primavera» del 2011: l’aumento del salario minimo da… continua a leggere
PARMA- Sono assai preoccupate le nostre fonti che lavorano negli ambienti della sicurezza nazionale italiana, per la inoculazione incontrollata di immigrati sul territorio italiano, su cui è impossibile fare accertamenti.  Si pensa che ogni barcone possa trasportare almeno una decina di combattenti, addestrati in Afganistan, Pakistan, Siria o Somalia.Il territorio italiano ospiterebbe già migliaia di cellule dormienti, secondo quanto ci hanno riferito. Si tratta di… continua a leggere
Milano 24 Giugno 2014 Caro direttore, da tempo non ci sentiamo perchè sono appena rientrato da una piattaforma petrolifera dove sai che lavoro da 1 anno.Dal mio lontano punto di osservazione vedo chiaramente molte tessere di un mosaico di cui nessuno parla:Nelle ultime 48 ore i terroristi islamici sembrano avere stabilito un contatto internazionale, agendo in perfetta sincronizzazione: sei bombe al Cairo, una bomba a Beirut,… continua a leggere
PARMA- Sono assai preoccupate le nostre fonti che lavorano negli ambienti della sicurezza nazionale italiana, per la inoculazione incontrollata di immigrati sul territorio italiano, su cui è impossibile fare accertamenti. Si pensa che ogni barcone possa trasportare almeno una decina di combattenti, addestrati in Afganistan, Pakistan, Siria o Somalia. Il territorio italiano ospiterebbe già migliaia di cellule dormienti, secondo quanto ci hanno riferito. Si tratta… continua a leggere
La Redazione di www.Congedatifolgore.com ha ricevuto oggi la seguente lettera: Egregio Direttore, ho notato che non vi siete occupati dei "taxi" Marina Militare messi a disposizione dal Governo al largo delle coste libiche per trasbordare dai barconi coloro che vogliono entrare nel nostro paese senza documenti ( non scrivo più illegalmente perchè ora , in virtù della nuova legge varata dal Governo, non è più… continua a leggere
di Walter Amatobene PARMA Molti dei Vinti della Folgore e del Nembo , per avere rifiutato di "cooperare" rimasero prigionieri più a lungo; pensiamo ai Leoni di El Alamein, oppure agli internati di Coltano. Le persecuzioni, le epurazioni, gli assassinii di chi rientrò con il "marchio" di non cooperatore, continuarono sino al 1949 e forse anche dopo. Vinti due volte. Il "triangolo rosso" emiliano (… continua a leggere
IL LANCIO IN ONORE DEI VINTI

Pubblicato il 24/04/2014

PARMA- Il giornale congedatifolgore.com organizza per il giorno 25 Aprile, alle 9 e 30, un "lancio in onore dei vinti" ,in occasione di un allenamento di corsa in montagna del Team Folgore Paracadutisti asd. Due i probabili luoghi di atterraggio: Lagdei ( 1200 mslm) o il Monte Tavola ( 1450 m), a seconda del vento, che potrebbe consigliare di optare per l'area del Tavola, con… continua a leggere
UNA "BRIGATA" DI GIOVANI ASPIRANTI MILITARI TRANSITA OGNI ANNO DALLE SEZIONI ANPDI di Walter Amatobene Sono ormai numerosissimi- secondo i numeri della Presidenza nazionale Anpdi- i giovani(o giovanissimi) che si iscrivono per acquisire il brevetto ed il conseguente beneficio nei concorsi. Mi risulta che solo la sezione di Pontecagnano ne registri qualche centinaio. L'ANPDI sta vivendo, quindi, una rinnovata, delicata ed entusiasmante "missione educativa" che… continua a leggere