CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 04/07/2018

COMFOTER: IL GENERALE C.A. AMEDEO SPEROTTO CEDE IL COMANDO AL PARIGRADO GIUSEPPENICOLA TOTA

Il Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto provvede alla direzione, coordinamento e controllo dei Comandi e delle Unità di supporto tattico e logistico dell’Esercito Italiano, delle quali assicura l’approntamento per l’uso delle risorse a favore dei civili o per scopi militari, in Italia e all’estero.

Verona,Ieri pomeriggio nel Palazzo della “Gran Guardia” di Verona si è tenuta la cerimonia di avvicendamento alla guida del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto (COMFOTER di Supporto) tra il Generale di Corpo d’Armata Amedeo Sperotto e il parigrado Giuseppenicola Tota ( nella foto in alto, a sinistra, ndr).
Di alto profilo erano gli ospiti d’onore della Cerimonia: il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, il vice prefetto della città di Verona Dott. Sidoti, il sindaco di Verona Avv. Sboarina, e numerose autorità civili e militari, fra cui tutti i Comandanti ed i decani dei reparti dipendenti.


IL SALUTO DEL SINDACO : INIZIATIVE PREZIOSE PER LA CITTA’
Il sindaco ha sottolineato come il passaggio di consegne al COMFOTER di Supporto nasce sotto ottimi auspici anche per tutti i veronesi. Nel salutare il Generale Sperotto, lo ha ringraziato per quanto fatto in questi anni sottolineando l’importanza della sua proposta di attività congiunta di educazione civica nelle scuole e l’alzabandiera in piazza Bra.

SPEROTTO: RISULTATI ECCELLENTI GRAZIE AL PERSONALE ECCELLENTE
Il Generale Sperotto, nel salutare tutto il personale alle proprie dipendenze, ha ricordato come il merito dei successi del Comando sia frutto della professionalità, del lavoro quotidiano, dell’impegno, del sacrificio e della generosità messa in campo da ogni soldato. Ha poi invitato ogni militare a essere sempre fiero del percorso intrapreso ma umile e coraggioso nell’affrontare una vita di responsabilità e di servizio.
Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha elogiato l’operato del Generale Sperotto che ha saputo guidare la complessa articolazione del COMFOTER di Supporto, sin dalla nascita, in maniera esemplare.


IL CAPO DI SME:IL COMFOTER AL SERVIZIO DELLA GENTE
Oggi il Comando, ha ricordato il Generale di Corpo d’Armata Farina, conta circa 800 uomini impiegati nelle missioni all’estero e altri 1200 in operazioni sul territorio nazionale tra cui oltre 50 per l’Operazione Strade Sicure nella città di Verona. Tra tutti questi va sottolineata l’opera dei reparti Genio ancora al lavoro nelle zone terremotate a testimonianza della costante e continua vicinanza della Forza Armata a tutti i cittadini: l’Esercito tra la gente, per la gente.

Il Generale Farina ha concluso il suo intervento augurando il proprio personale “in bocca al lupo” al Generale Tota con la certezza che avrà il supporto di preziosissimi collaboratori.



IL GENERALE TOTA E’ UN GRANDE AMICO DEL PROGETTO EL ALAMEIN
Il Generale Tota ha fin dall’inizio seguito con attenzione il Progetto El Alamein, favorendone le ricerche ed i contatti con le amministrazioni militari sotto il suo Comando. Ha diretto l’ importante V reparto Affari Generali dando vita a diverse importanti iniziative culturali e di diffusione storica e coordinando, tra gli altri, i progetti del Centenario della Grande Guerra anche con la Università di Padova. Ha consentito ed agevolato un prezioso rapporto del Progetto El Alamein con l’Ufficio storico di SME, anch’esso alle sue dipendenze e diretto, sino al 2016 dal colonnello artigliere paracadutista Cristiano DeChigi. .
Oltre alle conoscenze militari ha una solida cultura umanistica e storica. E’ stato un Comandante assai stimato dai suoi collaboratori nel precedente incarico.
Buon lavoro sigNor Generale, da parte della redazione di CongedatiFolgore.com.

--