CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 08/01/2019

DANILO CALLEGARI : CORSA – TREKKING – ALPINISMO E LANCIO IN ANTARTIDE

foto tratte dallapagina facebook personale di Danilo Callegari


PARMA – Danilo Callegari ha chiuso il progetto “Antarctica Extreme”. Dopo aver raggiunto, lo scorso 31 dicembre, la vetta del Monte Vinson, il punto più alto dell’Antartide a 4897 metri slm, aveva dichiarato di volersi anche lanciare col paracadute. Impresa riuscita appena le condizioni meteo lo hanno consentito.
Una avventura iniziata tre mesi fa. Non si conoscono tutti i dettagli del lancio, del luogo di atterraggio e delle altre attività estreme alpinistiche e di marcia che di sicuro illustrerà alla stampa al suo ritorno. Vale il suo messaggio sulla pagina personale facebook che è riuscito a mantenere aggiornata grazie a tecnologia satellitare ed amici,con la foto tratta della videocamera montata sul casco.

Il suo commento:
Felice di aver completato con successo questa mia avventura e onorato di essere il primo italiano nella storia a lanciarsi da un aereo volando in caduta libera nel freddo cielo d’Antartide, vi comunico che con oggi é stato messo un importante punto nella mia vita: si è conclusa con successo #AntarcticaExtreme.

Nei prossimi giorni un aereo mi riporterà in Sudamerica dopo quasi tre mesi passati qui, tra neve e ghiaccio, sorrisi e lacrime, fatiche ed emozioni indescrivibili.

Prima di venire qui in Antartide, avevo letto che nel suo cuore ghiacciato e tra le montagne non c’era alcun tipo di forma di vita, tanto meno “esseri volanti”» ha dichiarato l’atleta. «Ma oggi amici miei, vi posso felicemente dire che un uomo ha volato tra le impervie montagne di questo estremo e freddo Continente Bianco. Felice di aver completato con successo questa mia avventura e onorato di essere il primo italiano nella storia a lanciarsi da un aereo volando in caduta libera nel freddo cielo d’Antartide, vi comunico che con oggi è stato messo un importante punto nella mia vita: si è conclusa con successo AntarcticaExtreme.

la biografia ufficiale
Nato il 21 febbraio del 1983 a Bannia di Fiume Veneto, Friuli Venezia Giulia, in provincia di Pordenone.
Oltre all’alpinismo pratica anche il paracadutismo, imparato ed affinato nei reparti dell’Esercito Italiano, nel quale è stato operativo per quattro anni.
Nel corso del periodo di tempo passato nei paracadutisti ( non cita il reparto , ndr) ha vissuto in prima persona la cruda e triste realtà della guerra, in missione per oltre cinque mesi nel deserto iracheno. Un’esperienza importante che gli ha insegnato a vivere la vita in modo diverso e a vedere il mondo con occhi vigili e attenti.


PER CHI VOLESSE RIPETERE UNA PARTE DELL’AVVENTURA CLICCATE QUI