ADDESTRAMENTO

Condividi:

Pubblicato il 11/02/2018

DOMENICA 11 MARZO AVIORIFORNIMENTO E LANCIO DI SOCCORSO IN ZONA ISOLATA

PARMA- Il giorno 11 Marzo DOMENICA 2018 avrà luogo la prima esercitazione inquadrata in un progetto del TEAM FOLGORE PARACADUTISTI divisione protezione civile, in collaborazione con UNUCI, nucleo radioamatori protezione civile, paracadutisti di alcune sezioni ANPDI.

LINEAMENTI DELLA ESERCITAZIONE
A/Durante la notte tra il 1O e l’ 11 Marzo, una volta allertati , i Nuclei di prontezza locali previsti dal progetto, raggiungeranno a piedi una zona rimasta isolata in seguito ad un evento. Nel caso specifico si ipotizza una forte scossa di terremoto sull’appennino parmense al confine con la Toscana.

Una volta giunti sul posto con ogni mezzo, usando i sentieri, dovranno individuare ed allestire una zona lancio usando la strumentazione leggera che ogni nucleo preventivamente formato ,avrà in dotazione.

B/Comunicato via radio l’approntamento e confermate le coordinate, decollerà dall’aereoporto regionale un nucleo con a bordo un aviorifornimento. L’opzione dell’aviorifornimento si è reso necessario perchè il nucleo di prontezza sarebbe stato fortemente appesantito e avrebbe impiegato un tempo assai maggiore per arrivare in zona per le prime ricognizioni, inoltre si immagina che il percorso su sentieri , con strade interrotte e frane, avrebbe limitato il carico trasportabile dai due o tre elementi della pattuglia.

In attesa dell’aereo, i componenti della pattuglia dovranno rendersi conto e riferire lo stato dei luoghi. Se necessario e su loro richiesta, potrebbe essere lanciato anche un mezzo di locomozione, come un quad oppure una moto, per estendere l’area di perlustrazione ed entrare in contatto col maggior numero di superstiti, se si dovesse trattare di una serie di paesini sparsi in montagna, raggiungibili solo con mezzi leggeri.

C/Ricevuto l’aviorifornimento ed il rinforzo di una squadra dal cielo, il nucleo continuerà ad effettuare ricognizioni per fornire informazioni al centro emergenze, segnalando anche le difficoltà incontrate sul percorso, per coordinare l’invio di una colonna adeguatamente equipaggiata.

D/Dopo avere dato assistenza agli abitanti, montato le tende, comunicato emergenze e ripristinato almeno la energia elettrica necessaria per radio e riscaldamento, grazie a piccoli gruppi elettrogeni leggeri da 1,5 kw, , in contatto con l’eventuale addetto comunale alla protezione civile locale,trasferiranno ai cittadini in area la responsabilità del materiale di emergenza.

E/ i nuclei del Team raggiungeranno a piedi un altro centro isolato
Nella fattispecie l’atterraggio sarà sul Monte Tavola. le azioni di ricognizione ed assistenza giungeranno fino a Lagdei, dove sarà comunicato il “FINE ESERCITAZIONE” nel primo pomeriggio del giorno 11.

L’arrivo (simulato) della colonna regionale determinerà la fine della operazione del Team Folgore. Se necessario, saranno incaricati di ulteriore ricognizione e rapporto al centro di coordinamento.


Parteciperanno Paracadutisti esploratori, nucleo radioamatori della protezione civile di Parma, centro comando UNUCI protezione civile per la ricezione delle informazioni, Team Folgore paracadutisti protezione civile con operatori abilitati per controllo zoina lancio ed aviorifornimento con infiltrazione di una nucleo di rinforzo con lancio TCL.

Chi vuole partecipare come ncucleo di supporto a terra o anche con lancio TCL, scriva a webmaster@congedatifolgore.com

aviorifornimento