ADDESTRAMENTO

Condividi:

Pubblicato il 26/05/2018

SECONDA PARTE ESERCITAZIONE ANPDI/TEAM FOLGORE E COMPAGNIA AVIORIFORNIMENTI – I CONTENUTI ADDESTRATIVI

foto sopra: il plotone Avio con il Team Folgore composto di 18 paracadutisti e 4 assistenti sanitari e rianimatori


SECONDA PARTE DI TRE
PISA- 24 MAGGIO 2018- COMPAGNIA AVIORIFORNIMENTI – La giornata “operativa” dei 22 componenti del Team è iniziata subito dopo l’alzabandiera, a cui hanno partecipato inquadrati di fianco alla Compagnia Aviorifornimenti.
LE ATTIVITA’ DELLA CP AVIO: UN ICEBERG DI IMPIEGHI
Il Capitano Paolo Cacioli, in sala riunioni, al Comando, prima di entrare nel merito del briefing per aviorifornitori, ha informato il Team circa il vero e proprio ‘”iceberg” di attività multiple della “AVIO” , in teatri nazionali ed internazionali, ad elevato contenuto tecnico, quali esperti riconosciuti di aviorifornimenti e componente indispensabile della rete di difesa. I suoi paracadutisti , inoltre, sono impiegati a rotazione anche come “arma base” ovvero come plotone fucilieri nella operazione Strade Sicure,ed in diverse missioni in corso,


GLI OBBIETTIVI DELLA GIORNATA ADDESTRATIVA “IN PILLOLE”
PRIMO TEST: IL TEMPO
Oltre alla organizzazione logistica, al Team interessava mettere a punto una cronotabella dell’emergenza, per valutare la capacità di reazione di un nucleo di prontezza.
La colonna formata da 4 mezzi della Protezione Civile, uno dei quali una ambulanza tecnologica della ANPAS di Salsomaggiore, ha raggiunto il Capar in meno di due ore e mezzo. Questo era uno dei primi parametri da conoscere per standardizzare le attivazioni. Partiti alle 5 in punto, hanno varcato la soglia del Capar alle 07.15.

SECONDO TEST- LA COMPATIBILITA’ DEGLI EQUIPAGGIAMENTI

I carichi da condizionare erano ingombranti : due moto ed un quad, cui si è aggiunto il posto comando da Pattuglia guida completo ( stazione mete0/radio/maniche a vento/fumogeni/teli di segnalazione) insieme a viveri e 8 taniche ( di solito le lanciano riempite con carburante per 3/4 per evitare la compressione dei gas, ndr). Le tre piattaforme sono state predisposte ed in meno di due ore erano pronte al lancio: alle 12.15 avrebbero potuto essere imbarcate.

ADDESTRAMENTO DEI NUCLEI DI PRONTEZZA
La ipotesi operativa generale del Team Folgore è di individuare zone lanci che siano le più vicina alle case sparse oppure a piccoli agglomerati montani che storicamente rimangono isolate per mancanza di mezzi e uomini sul terreno, a caisa della gravità dell’evento.

I nuclei potrebbero raggiungere l’area interessata sia via terra che con un lancio speditivo di una squadra, per accorciare i tempi.

ore18 – AVIORIFORNIMENTO E AVIOLANCIO SU VALDERA ( PISA) DI UNA SQUADRA
La zona individuata dal nucleo di prontezza di Lucca è stata quella di Valdera. Per ottenere il massimo risultato didattico a terra, è stato effettuato anche l’addestramento di tre squadre alla gestione della zona lanci con emissione di bollettino meteo e del vento a 300 – 600 e 1000 metri di altezza secondo i parametri e con equipaggiamento usato anche dai militari.
L’aviolancio della squadra ha simulato l’intervento di una pattuglia guida di emergenza -per accorciare i tempi di raggiungimento dell’area- ma poteva anche rappresentare l’invio di personale con materiali utili per presidiare la zona, fare una ricognizione e assistere i cittadini rimasti isolati. Il kit è previsto che dovrà contenere un piccolo gruppo elettrogeno, radio, una tenda , materiale sanitario e generi di conforto.

RICOGNIZIONE E FINE ESERCITAZIONE
ore 19: dopo circa 15 ore, con l’atterraggio dei materiali e della squadra, la esercitazione è terminata ed i mezzi hanno fatto rientro nelle città di partenza: Lucca, Firenze, Parma, Salsomaggiore e Brescia

IL CAPAR HA ACCOLTO I CORSISTI “A VELE APERTE”
Il Team Folgore vuole ringraziare da queste pagine i “padroni di casa”, ovvero il Centro di addestramento di paracadutismo nella sua intera catena di comando: il Comandante Colonnello Borghesi , il Tenente Colonnello Berchione, comandante di Battaglione Avio , il Capitano Cacioli, comandante della Compagnia avio ed il sottotemnente Toffolo , comandante del plotone che ha operato in hangar.

LE FOTO DELLA MATTINA DI GIANMARCO PAGLIARI- SEGUE LA CRONACA DEL POMERIGGIO