OPINIONI

Condividi:

Pubblicato il 12/02/2020

FRONTEX: CI ASPETTIAMO UNA RIPRESA DEGLI SBARCHI – GIA’ FORTEMENTE AUMENTATI NELL’ULTIMO BIMESTRE

Frontex ha pubblicato “Detections of Illegal Border-Crossings Forecast for February, March and April 2020”, ovvero le previsioni per il prossimo trimestre dell’Unità di analisi del rischio dell’agenzia europea di controllo delle frontiere esterne . ci si attende tra i 1.050 e i 1950 gli sbarchi mensili previsti a marzo e aprile, con la incognita delle ONG che potrebbero aumentare notevolmente le cifre.

Per febbraio sfioriamo le 1000 unità ma con marzo si sale tra 1050 e 1950, così come aprile.
La provenienza principale è dalla Libia, seguita da Tunisia e Algeria. Fino al 9 febbraio, segnala la Unhcr, sono sbarcati in Italia 1.755 clandestini , contro i 202 dell’anno scorso. Ci sono notizie proprio in queste ore di una nave con 300 immigrati trasportati da una ong spagnola.-

La Guardia costiera libica , alle dipendenze del governo di Al Serraj ha continuato a pattugliare le sue acque territoriali ma la precarietà delle situazioni politiche e militari locali potrebbe in ogni momento modificare l’atteggiamento delle unità navali di Tripoli con la conseguente via libera alle decine di migliaia di imbarchi.

Il governo italian vuorrebbe modificare la situzione scrivendo alle autorità libiche il rinnovo dell’ accordo firmato nel 2017 da Gentiloni. I nostri chiedono immediato rispetto dei diritti umani ed una modifica delle modalità di gestione dei campi di accoglienza. L’Italia promette due nuove motovedette, ma i libici sono molto gelosi della loro autonomia , anche se strizzano l’occhio ad Erdogan. Di Maio e il collega francese Jean-Yves Le Drian ne parleranno oggi a Parigi .

La ripresa degli sbarchi di clandestini ha una fase di ripresa che può essere arginata soltanto con una costante attività di prevenzione delle autorità tunisine e libiche.