CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 29/09/2017

I CARABINIERI FESTEGGIANO IL 99mo COMPLEANNO DEL LORO LEONE PARACADUTISTA REDUCE DELLA GUERRA D’AFRICA

LA NUOVA SARDEGNA
del 28 Settembre 2017

Il carabiniere Luigi a 99 anni racconta la guerra d’Africa
Osilo e l’Arma onorano il paracadutista che salvò i compagni L’ex militare è uno dei due reduci viventi di Eluet El Asel
di Mario Bonu

OSILO. Ci sarà un grande raduno delle Associazioni d’Arma dei carabinieri, domani (oggi venerdì per chi legge , ndr) a Osilo, per rendere gli onori a Luigi Solinas, classe 1918, reduce del 1° Battaglione carabinieri reali paracadutisti, che nel 1941, in occasione del secondo conflitto mondiale, si rese protagonista della battaglia di Eluet El Asel, per la quale la bandiera di guerra dell’Arma dei carabinieri è stata insignita della medaglia d’argento al valor militare.

Luigi Solinas è attualmente in Italia uno degli unici due reduci viventi di quella battaglia. L’altro è Giuseppe Palagi, 102 anni, di Capannori in provincia di Lucca, cui i carabinieri hanno reso omaggio lo scorso 30 aprile. La manifestazione di Osilo è organizzata dal gruppo “Esse quam videri”, composto da ex appartenenti al Battaglione carabinieri paracadutisti “Tuscania”, con la collaborazione del Comune.

Il programma prevede, dalle 9,30 alle 10,30, il raduno degli ex appartenenti ai carabinieri paracadutisti Tuscania e delle Associazioni d’Arma, presso la caserma dei carabinieri di Osilo. Per le 10.45 è previsto l’arrivo nella chiesa parrocchiale dell’Immacolata Concezione del “Reduce carabiniere reale paracadutista” Luigi Solinas, dei familiari e delle autorità militari e civili. Alle 11 verrà celebrata la messa per commemorare il patrono dei paracadutisti San Michele Arcangelo, e rendere gli onori al paracadutista osilese. Al termine, sono previsti gli interventi del sindaco di Osilo o di un suo delegato, del generale di Brigata Paolo Nardone, comandante della Legione Sardegna; e del generale Michele Tunzi, che ricorderanno le gesta eroiche del reduce Luigi Solinas, con cenni a riferimenti storici. Dopo gli interventi, al reduce sarà donato il libro “Storia”, che racconta e illustra gli eventi più significativi dei Carabinieri paracadutisti dal 1940, anno di nascita del Corpo, al 1996 quando il 1° Battaglione è stato elevato a Comando Reggimento. Seguirà un piccolo rinfresco.

La battaglia di Eluet El Asel fu uno scontro minore della più ampia campagna del Nord Africa della seconda guerra mondiale, condotta dalle truppe di Hitler e Mussolini. Il 19 dicembre 1941, quattrocento Carabinieri Reali paracadutisti furono chiamati a istituire un caposaldo in quella località per proteggere la ritirata delle truppe italo-tedesche dell’Afrika Korps. La gran parte dei carabinieri, dopo aspri combattimenti con gli inglesi, ricevette l’ordine di ripiegare,

mentre sul posto rimasero tre plotoni per complessivi 40 uomini, per proteggere la ritirata dei commilitoni. Di questi, dopo violentissimi scontri, solamente 23 sopravvissero, consentendo però il ripiegamento. Fra di essi, Luigi Solinas, protagonista delle celebrazioni di domani.

Invia per email
Stampa
28 settembre 2017