ADDESTRAMENTO

Condividi:

Pubblicato il 01/09/2018

IL CAMPIONE PAOLO FILIPPINI INSEGNA LA PRECISIONE IN ATTERRAGGIO AI PARACADUTISTI ANPDI- ISCRIVETEVI – ULTIMI POSTI

foto sopra: il colonnello ( ris) Paolo Filippini- terzo da sinistra, in piedi-. Dragoncello, aprile 2018, con la pattuglia guida del Team Folgore che si era occupata della organizzazione del lancio dove Filippini ha volato con il tricolore da 1000 metri. Il colonnello è anche un atleta tesserato dalla asd Team Folgore. Laureato ISEF, oltre al paracadutismo pratica atletica leggera e Karate ad alti livelli

In Settembre e Dicembre 2018 prenderà il via una inedita ed importante iniziativa che vede protagonisti
l’ANPDI, le Scuole Enac di Reggio Emilia e Loreto e Paolo Filippini, il campione mondiale di paracadutismo di precisione.

PARMA- Una circolare della segreteria tecnica nazionale dell’ANPDI informa di una importante attività di avviamento e perfezionamento della tecnica di atterragio di precisione con paracadute alare, riservata ai propri soci. Attori della iniziativa saranno il Colonnello in congedo Paolo Filippini in collaborazione con le Scuole di Paracadutismo Enac “BFU” (Reggio Emilia) e “Fly Zone” (Recanati/Loreto).
LE DATE
REGGIO EMILIA DAL POMERIGGIO DEL 21/09 ALLA SERA DEL 23/09/2018 – iscrizioni entro il 10.9.2018
RECANATI/LORETO DAL POMERIGGIO DEL 27/12 ALLA SERA DEL 30/12/2018 – iscrizioni entro il 15.12.2018

ALA VINCOLATA

Il lancio  paracadute a profilo alare rientra  tra le attività “di interesse militare”. Per questo motivo l’ANPDI,  che non dispone   di scuole idonee per  questa  attività  lancistica, si appoggerà alle scuole ENAC   concordando   con queste ultime  un calendario addestrativo .
I soci che volessero iniziare a praticare caduta libera utilizzando questa speciale formula di collaborazione  tra  ANPDI e scuole,  negli stessi giorni del corso per l’atterraggio di precisione  potranno iniziare il corso intensivo “ala vincolata” a prezzi più che convenienti, comprensivi dei 5 lanci di avviamento.
COME ISCRIVERSI
Rivolgersi alla propria sezione ANPDI per inviare il modulo di partecipazione,
Filippini metterà gratuitamente a disposizione la sua esperienza di pluricampione del mondo della specialità.

LEGGETE LA CIRCOLARE   DELLA SEGRETERIA TECNICA ANPDI PER I DETTAGLI 


Si tratta di una occasione unica, considerata la caratura del coordinatore del corso di cui riassumiamo il profilo tecnico riprendendo l’articolo apparso sulla rivista Folgore n.2/2017 pag. 7

il Ten. Col. Filippini Paolo è il classico Ufficiale che “ha fatto la gavetta”.
Si arruola il 20 gen- naio 1981 è diventa paracadutista militare il 20 marzo 1981.
A ventisei anni ha già ottenuto le qualifiche di Direttore di Lancio e Istruttore, sia fune di vincolo che con la tecnica della caduta libera.
Nel 1984 vince il campionato militare Tosco- Emiliano di Tetrathlon e si piazza secondo assoluto nello “Chellenge inter NATO Parachute Schools”. Nello stesso anno entra a far parte della Sezione Paracadutismo del Centro Sportivo Esercito (CSE). Nel 1991 salva una donna che stava per affogare nell’Arno a Firenze tuffandosi dal Ponte della Vittoria e si diploma all’ISEF con 110 e lode. Nel 1992 pubblica la sua tesi sul paracadutismo sportivo con il titolo: “Vivere con Stile e Precisione”. Nel 1993 transita nella categoria Ufficiali dopo aver indossato per un anno anche il grado di Maresciallo. Da maggio a ottobre del 2001 allena la Nazionale militare di paracadutismo degli Emirati Arabi Uniti, ottenendo in soli sei mesi il miglior risultato di Squadra degli ultimi ventisei anni. Nel 2006 realizza un video sul CSE della durata di trenta minuti, che è stato trasmesso integralmente su Rai Sport 1. Nel gennaio 2014 assume il comando della Squadra di Paracadutismo dell’Esercito Italiano. Nel 2015 l’ANPd’I gli affida la realizzazione del tricolore di 1000 mq. Lascia il servizio attivo il 31 gennaio 2017.
Principali risultati agonistici:
– dieci volte campione italiano individuale;
– sette titoli di campione del mondo a squadre; – due titoli di campione del mondo individuale; – due record del mondo individuali.

Principali riconoscimenti:
– undici distintivi dello sport militare;
– quattro medaglie d’oro al valore atletico del CONI;
– due croci d’oro al merito dell’Esercito;
– stella d’oro al merito sportivo del Consiglio Internazionale dello Sport militare