OPINIONI

Condividi:

Pubblicato il 21/03/2020

IL CHIRICHETTO GORI SINDACO DI BERGAMO

Il Dente Avvelenato

PARMA- Il chirichetto gori-minuscolo (chi?), sindaco di Bergamo, ha parlato venerdì 20 marzo in tivvù, recitando la parte – pure lui!- del guretto illuminato e saggio, pacato e ragionevole, quello che ha molto da insegnare sommessamente(pure lui!) .
Si: proprio lui che all’inizio della crisi stimolava i suoi “cittadini” (il nuovo modo di chiamare la gente da parte dei leccaculo sociali e primi ministri con adenoidi congestionate, ndr) ad uscire e andare al ristorante.

Stessa faccia da… del sindaco Sala, che ha fatto una quarantena mediatica di 25 giorni per far dimenticare che a lui e goretto- minuscolo si devono imputare qualche centinaia di contagi, quando incitavano ad uscire. gori-minuscolo il chierichetto con la faccia da chierichetto ha parlato con lo sguardo compunto, il tono di voce sommesso, le occhiaie, la camicina bianca candida (di Armani?). Era nel suo elegantissimo ufficio, sembrava il messaggio alla nazione del principe di Montecarlo, ed interveniva ad una (inutile) trasmissione di rete 4 condotta dalla palombella, la stessa che conduce la bufala forum con giudici con il pastrano nero similvero (concetto che voglio esprimere: una che conduce quella spazzatura può fare anche la giornalista e darci consigli?). goretto il chierichetto ha snocciolato i dati e si preoccupava dell’aumento di morti e contagiati e non proponeva alcuna soluzione.
Lui, figlio di papà, sposato con altra figlia di mammà di buona famiglia, la parodina-perfettina da sceneggiato americano anni 60. Prima era giornalista alla corte (al culo) di Berlusconi poi improvvisamente politico con tale carattere e forza intellettuale che nessuno sa come si chiama e che cosa faccia, senza il sottotitolo del nome. Qualcuno, come mia zia, lo ha scambiato per un diacono.
Una sola frase riassume la sua voglia di strizzare l’occhietto agli antifassssssisti: le misure per salvare i nostri anziani e le persone più deboli le chiama “restrizioni della libertà personale”, aggiungendo: “è la prima volta che una democrazia occidentale lo fa”, aggiungendo che noi siamo trasparenti, cosa che, dice, non è avvenuta in Cina durante la crisi, come se lui sappesse cose che noi, che non siamo così colti e perbene come lui, non sappiamo. Insomma: un altro fiorello, un altro zucchero, un altro tiziano ferro, un altro cippadic.. che si aggiunge alla lista di quelli che vogliono poter dire “abbiamo fatto qualcosa” per sentirsi indispensabili e buoni e far parte del “mondo di quelli che sanno cosa fare con il popolo”. Come la palombelladelcazzo, che fa trasmissioni inutili, con domande inutili, con finali inutili, scontate, stucchevoli, banali, non professionali, con finte imitazioni di finti inviati. E mi fermo qui. Unica eccezione: gli interventi alla varechina (antivirus) di Tony Capuozzo. Intanto, per non aumentare la “restrizione delle libertà personali”, il condottiero belladenoide e bellicapelli dice che basta accorciare di un paio d’ore la chiusura dei supermercati, ma tenendoli aperti la domenica.
I morti in Italia sono assai superiori alla Cina e i nostri medici muoiono falcidiati negli ospedali. “Ma chi muore era già malato”, dicono gli esperti da quattromila morti in Italia.
Ah, dimenticavo: mi raccomando tutti alla finestra a ruttare canzoni e Inno d’Italia, e scassare la minchia ai vicini, con l’orchestrina del titanic.