CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 12/07/2018

IL LUOGOTENENTE DELLA FOLGORE LEONARDO NITTI AL COCER NAZIONALE

Il Delegato COCER s della Folgore sarà luogotenente Leonardo Nitti

PARMA- A distanza di 6 anni, il 10 luglio 2018 si sono tenute le elezioni COCER, a seguito delle quali sono stati eletti i nuovi delegati. A seguito della modifica che è stata apportata nel mese di giugno con decreto del Ministro della difesa, riguardo le nuove consistenze della rappresentanza militare, un sottufficiale dei paracadutisti è stato nominato prima quale delegato COIR del COMFOP nord, disputandosi l’unico posto disponibile con altri sei candidati, ottenendo il 54% dei voti dei delegati Cobar di tutta l’area.


Nitti è effettivo al 187 Reggimento paracadutisti Folgore, all’Ardenza di Livorno. In un solo mese si è stato nominato delegato Cobar, COIR ed oggi delegato dei Comitati Centrali di Rappresentanza dell’ Esercito Italiano della categoria B (marescialli).
Il luogotenente Nitti, paracadutista da Circa 28 anni, ha svolto sempre incarichi di rilievo e di comando, partecipando a quasi tutte le missioni internazionali, prestando particolare attenzione alle problematiche del personale.
“Il mio obbiettivo- ha dichiarato- è di valorizzare la figura e l’immagine della brigata paracadutisti Folgore e di tutti i suoi paracadutisti”

Congratulazioni da parte della Redazione e del Direttore Redazione di CongedatiFolgore.com



COSA E’ IL COCER

Le competenze del COCER riguardano la formulazione di pareri, di proposte e di richieste su tutte le materie che formano oggetto di norme legislative o regolamentari circa la condizione, il trattamento, la tutela – di natura giuridica, economica, previdenziale, sanitaria, culturale e morale dei militari.

I componenti del COIR fungono da consulenti dei Generali al comando delle Grandi Unità, così come il COBAR è impiegato in attività di consulenza del Comandante di Corpo, soprattutto per portare alla sua attenzione ogni tipo di questione ritenuta sensibile per il benessere del personale e per l’efficienza del Reparto stesso.

Dalle competenze degli organi rappresentativi sono comunque escluse le materie concernenti l’ordinamento, l’addestramento, le operazioni, il settore logistico-operativo, il rapporto gerarchico-funzionale e l’impiego del personale.

Gli organi rappresentativi hanno inoltre la funzione di prospettare le istanze di carattere collettivo, relative ai seguenti campi di interesse:

qualificazione professionale e inserimento nell’attività lavorativa di coloro che cessano dal servizio militare
provvidenze per gli infortuni subiti e per le infermità contratte in servizio e per causa di servizio;
attività assistenziali, culturali, ricreative e di promozione sociale, anche a favore dei familiari del personale militare;
organizzazione delle sale convegno e delle mense;
condizioni igienico-sanitarie e alloggi.