CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 04/06/2017

IL MANCATO SALUTO DI MATTARELLA E DELLA BOLDRINI: LE POSIZIONI DEL PRESIDENTE E VICEPRESIDENTE ANPDI

PARMA- Uno tsunami di commenti negativi ha accompagnato in internet le immagini del palco delle autorità durante la sfilata del 2 Giugno ai Fori Imperiali. Commenti che sono stati ripresi anche da alcuni importanti quotidiani, che ne hanno dato una lettura politica descrivendolo come uno “sgarbo”, insieme ad altri che erano stati registrati sui siti sociali nella attuale versione della cerimonia e dello sfilamento.

L’ANPDI RICHIAMA AL PROTOCOLLO MILITARE
Sia il Presidente Nazionale generale di corpo d’armata Marco Bertolini, che il Vicepresidente Enrico Pollini generale di brigata, che ha sfilato sul VM insieme al Medagliere nazionale ANPDI, hanno risposto a chi gli chiedeva un commento: ci segnalano entrambi con alcuni interventi riportati da internet, che il comportamento formale da parte delle Autorità, quando sfilano davanti a loro la Bandiera di Guerra alzata ed un reparto il cui comandante ordina “attenti a” in segno di rispetto, è quello tenuto il 2 Giugno dalle cariche dello Stato e previsto dal protocollo.
Dovrebbero, di norma, tenere una posizione composta, in segno di rispetto verso la Bandiera e verso chi sta sfilando rendendo gli onori alle autorità.
Segnaliamo che alcune immagini ci fanno vedere il Presidente del consiglio Gentiloni, che ha applaudito insieme al presidente del Senato. Entrambi erano di fianco al presidente della Repubblica e della Camera .

LA NOSTRA OPINIONE
La intera sfilata non ci ha fatto vibrare, come certe volte im passato. I sindaci che l’hanno aperta, le troppe bande e fanfare, i pochi reparti in armi ( che marciavano con una compagnia a reparto), i ragazzi del servizio civile, che avrebbero mille altri modi e luoghi per essere apprezzati, i commenti dei giornalisti in diretta TV. Tutto ci è sembrato perfino approssimativo, confusionario.
Pensandoci bene, questo capita sempre, da qualche anno. Una menzione negativa particolare va ai giornalisti, sia televisivi che cartacei: anche loro sono frutto di una certa “ignoranza” sugli argomenti di cui vorrebbero “informare”.Lo spazio lasciato agli ospiti con le stellette , sui quotidiani ed in TV , è poco e frettoloso, quindi superficiale. La presenza dei politici e di tanti ospiti “soliti noti” sul palco, invece, è come da tradizione. Ricordo la distrazione di altri “onorevoli” autorità. Ci siamo abituati. Perchè meravigliarsi?
CAMBIA IL DNA
Non sappiamo cucinare le frittate, ma questa questa frittata , ovvero questa sfilata così “civile” , questo “sbrighiamo la pratica” , questa impostazione che porta verso la protezione civile in uniforme, ci sono sembrate frutto di un disegno che cambierà il DNA dei Militari, per stessa ammissione dei politici e degli STATI MAGGIORI. Abbiamo la sensazione che la sobrietà sia una scusa che accompagna da anni le scelte annacquate e talvolta dannose dei ministri e dei politici.
La sfilata ne è solo una cartina al tornasole.
I motivi di sobrietà ci sembra che siano una scusa. Gli onorevoli considerano da qualche anno la sfilata un modo ( arrogante?) per far capire come la pensano sui militari.

GRAZIE BASCHI AMARANTO IN ARMI
Come tutti i paracadutisti in congedo, abbiamo provato la emozione di sempre di veder sfilare i “nostri” baschi amaranto del 183mo e del Tuscania, gli incursori e diversi altri reparti militari. Toneremo in argomento.
folgore-bolldrini