OPINIONI

Condividi:

Pubblicato il 27/01/2019

IMMIGRAZIONE: IN ITALIA SONO FAVORITI GLI ILLEGALI di Corrado Corradi

C’é una contraddizione fondamentale nel problema dell’emigrazione: per quale ragione coloro i quali si imbarcano per giungere clandestinamente, ossia illegalmente, da noi devono essere accolti senza se e senza ma, mentre coloro i quali vogliono venire in Italia seguendo le vie legali devono essere sottoposti a occhiuti controlli dei competenti uffici consolari per il rilascio del visto d’ingresso su una serie infinita di documenti che devono esibire per ottenere quel visto e che spesso se lo vedono negare all’ultimo momento per un minimo vizio di forma?

Un marocchino, un tunisino, un algerino, etc, che vuole recarsi in Italia, Francia, Olanda, etc, per cercarvi lavoro o per diporto, sia esso un operaio o un grande imprenditore, devono :
• Scaricare da internet il modulo richiesta visto,
• Impiantare un dossier personale contenente:
Passaporto in corso di validità,
Conto corrente bancario
Biglietto di viaggio A/R,
Prenotazione alberghiera o documento di un cittadino italiano che si rende garante per l’ospitalità,
Assicurazione sanitaria,
• Impiantato il dossier, il postulante fa la coda presso una agenzia accreditata che vaglia la documentazione e la inoltra al consolato rilasciando al postulante un numero di codice;
• Dopo un congruo periodo, se la pratica é stata accettata il consolato convoca la persona corrispondente a quel numero di codice per prendergli, dopo una lunga coda, le impronte digitali; solo allora il marocchino, algerino, tunisino, etc ha quasi la certezza di ottenere l’agognato visto d’ingresso che puo’ essere di 10-30-90 giorni, raramente e dopo aver ottenuto più visti d’ingresso puo’ aspirare a 6 mesi o un anno, in qualche raro caso, a fronte di persone che offrono particolari garanzie, anche due.

A questo punto, ai professionisti dell’accoglienza e dell’integrazione a tutti i costi che ci rompono gli zebedei con i loro argomenti strumentali a perpetuare una protesta solo ideologica ma senza un riscontro con la realtà, suggerisco di richiedere l’abolizione del visto d’ingresso in Italia e in Europa cosi’ tutti possono giungere da noi… per quale ragione il clandestino si e il migrante legale no?