CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 17/08/2017

INTERVISTA AL GENERALE BERTOLINI SULLE TRADIZIONI DEGLI INCURSORI DEL NONO REGGIMENTO E DEGLI ARDITI

PARMA- Non è stato facile ottenere dal generale Bertolini le risposte alle domande che riguardano la sua opinione sull’articolo di Piacentini su Analisi Difesa.
Le nostre insistenze lo hanno indotto a rispondere quasi telegraficamente :

Il Col.Piacentini mette in dubbio il collegamento storico tra Arditi e 9°”Col Moschin”. Cosa ne pensa?
E’ noto che il Dott. Piacentini ha lasciato da molti anni il servizio militare. Se così non fosse, ricorderebbe che la Bandiera che era nel suo ufficio di Comandante del 9° battaglione d’assalto paracadutisti “Col Moschin”, collegava direttamente il suo reparto di allora ad una tradizione che era nei suoi compiti valorizzare.

Allora, perché questa sua presa di posizione?
Non saprei. Forse, è un’elaborazione del rimorso per aver mancato allora a quell’impegno; o magari al rimpianto di non aver fatto fuoco e fiamme, sempre allora, per cambiare nome e Bandiera dell’unità, se proprio non gli piaceva. E’ passato tanto tempo da quando ha iniziato un altro mestiere e quindi è comprensibile che non ricordi che la Bandiera non è semplicemente un orpello, ma incarna tradizioni concrete, non opinioni più o meno lecite.

Eppure, dovrebbe conoscerlo bene il 9°
Da quando se ne è andato dalla Forza Armata è passata molta acqua sotto i ponti, e il reparto di cui discetta, senza evidente scrupolo alcuno di fargli del male, è cambiato – in molto meglio. E dalle sue argomentazioni, dalle quali emerge una naturale e commovente vena nostalgica, si capisce chiaramente che questo non lo sa. O non lo accetta: capita.

Ha altri commenti?
La sua pretesa di farsi interprete del sentire degli incursori di oggi mi lascia basito. Peccato.