OPINIONI

Condividi:

Pubblicato il 03/07/2018

INVASIONE: ASPETTIAMOCI UN GRANDE NAUFRAGIO PER FAR RIAPRIRE I PORTI

di Corrado Corradi

Atroce sospetto ma probabile realistico scenario.

Aspettiamoci una immane strage in mare. E’ facile ipotizzare che gli scafisti, imboccati dai loro più stretti ed inconfessati sostenitori (i feroci orchetti tolkieniani in giacca e cravatta), stiano preparando una mega traversata suscettibile di trasformarsi in un mega naufragio per poter cosi’ puntare il dito contro il governo populista, razzista, xenofobo affermatosi in Italia al fine di rovescialrlo sulla scia delle forti emozioni cavalcate dai soliti ormai noti, fra i quali purtroppo spicca una chiesa sempre meno Cattolica Apostolica e Romana ma sempre più somigliante ad una ong globale che tradisce le premesse cristiane.
La speranza é che cio’ non avvenga ma le premesse fan temere il peggio perché:
• agli scafisti non manca il fegato e sono sufficientemente spietati per portare a termine una carneficina di quel tipo ;
• ai loro inconfessati sostenitori manca sicuramente il fegato per parteciparvi direttamente ma hanno una, nemmeno troppo inconfessata, voglia che si verifichi, per colpa di altri, una simile carneficina ;
• e gli scafisti, non essendo fessi, lo sanno.

L’etica del fine che giustifica il mezzo li rende complici come anche la cattiveria comprovata dalle non poche dichiarazioni per cui una strage in mare sarebbe stata utile a scatenare il mondo contro quel razzista di Salvini… per questi orchetti dall’ideologia più feroce delle fasciste leggi razziali é ora di farla finita e usare tutto il lecito e il non lecito per rovesciare un governo che frena la realizzazione dei loro demenziali sogni di una società aperta.

--