CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 14/03/2019

IRLANDA: PARACADUTISTI INGLESI ANCORA SOTTO ACCUSA DOPO 47 ANNI

Un paracadutista inglese in congedo è stato incriminato per due omicidi e quattro tentati omicidi avvenuti nella “Domenica di sangue” ( era stata chiamata Bloody Sunday) del 1972. L magistratura dell’Irlanda del Nord avrebbe sufficienti elementi per incriminare il “soldier F”, il nome per ragioni di sicurezza non è stato divulgato, coinvolto nella strage di a Londonderry del 1972.

Il militare è accusato degli omicidi di James Wray e William McKinney e il tentato omicidio di Joseph Friel, Michael Quinn, Joe Mahon e Patrick O’Donnell.

Nel 2015 fu arrestato e rilasciato su cauzione. I fatti avvennedo durante una manifestazione per i diritti civili, nel paesino di Derry.
Il primo battaglione paracadutisti britannici aprì il fuoco. Sul terreno senza vita rimasero tredici persone, di cui sei minorenni. Una quattordicesima morì quattro mesi più tardi. Due manifestanti furono investiti da veicoli militari, riportando gravi ferite.

Il “soldier F” è l’unico sotto processo, ma altri 16 soldati inglesi, e due membri dell’Ira sono stati lungamente indagati senza che la magistratura abbia potuto mettere insieme prove sufficienti.