CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 27/11/2013

LA BRIGATA GARIBALDI INFORMA I GIOVANI SULL’E CAUTELE DA TENERE CON I FUOCHI


CASERTA. Con l’approssimarsi delle feste natalizie, riprende la campagna di sensibilizzazione e informazione, rivolta soprattutto ai più giovani, sul tema dell’uso incauto o improprio dei fuochi artificiali e i pericoli da essi derivanti.

A tale scopo, nell’ambito delle iniziative previste da un protocollo d’intesa stilato dalla Direzione Scolastica Regionale per la Campania, verranno organizzati una serie di incontri che vedono come protagonisti gli artificieri del 21° reggimento genio, unità della Brigata Bersaglieri “GARIBALDI” di Caserta, e gli studenti di alcuni istituti della città di Napoli e provincia.

In particolare, sono cinque gli istituti scolastici interessati, siti in differenti località tra cui il Liceo Scientifico Statale “Filippo Silvestri” di Portici e la sua succursale rispettivamente il giorno 29 novembre ed il 6 dicembre, l’I.C. 78° CARITEO ITALICO di Napoli il 10 dicembre, l’I.C. “Sancia d’Angiò” di Trecase l’11 dicembre ed infine l’I.C. 3 Parco Verde di Caivano il 12 dicembre.

Grazie all’elevata professionalità ed esperienza degli artificieri del 21° reggimento genio nel campo della bonifica di ordigni esplosivi e residuati bellici, acquisita a seguito delle numerose operazioni condotte all’estero, ultima in ordine cronologico in Afghanistan nell’ambito dell’Operazione ISAF”, e sul territorio nazionale, l’attività verrà sviluppata attraverso un percorso che avrà inizio con l’illustrazione delle principali normative vigenti in materia di fuochi legali e “non legali”, proseguirà con la proiezione di filmati orientati a sensibilizzare i giovani sull’uso corretto dei fuochi artificiali e si concluderà con una mostra statica delle principali attrezzature in dotazione.

L’attività, sulla scia delle precedenti edizioni, vedrà sicuramente la partecipazione attiva degli studenti e rappresenterà una ulteriore occasione per far avvicinare i giovani e meno giovani alla cultura e alla professionalità dell’Esercito Italiano che anche in questa iniziativa si presenta come “una risorsa al servizio dei cittadini”.