CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 11/07/2019

LA DIVISA PIACE AI GIOVANI?

PARMA- Una inchiesta condotta da privati sembrerebbe attenuare le preoccupazioni deli Stati Maggiori per la “crisi di vocazioni” che sta facendo dimunuire le domande di arruolamento.
Per il secondo anno, infatti, l’Osservatorio sulle professioni in divisa di Skuola.net e Nissolino Corsi ( attività ommerciale di corsi a pagamento per preparare giovani agli esami pubblici, prevalentemente per le forze armate, ndr) ci dicono che il 35% degli oltre 22mila intervistati studenti di scuole medie, superiori e università, gradirebbero lavorare nelle forze armate, come prima scelta per il futuro. Di questi, il 30% sono donne.

I nati dal 1995 in poi dichiarano di non mettere la retribuzione al primo posto e dichiarano di essere interessati ai valori che la figura militare sottintende e vorrebbero arruolarsi per far parte di una realtà importante e autorevole. Solo il 10% di chi gradisce la divisa parla di stipendio fisso, mentre il 19% vuole la possibilità di svolgere mansioni investigative, seguita da un 17% che cerca la difesa della legalità e delle fasce più deboli della popolazione .

Il primato del gradimento va all’Esercito, con il 20% , poi Guardia di Finanza (15%) , Carabinieri. Polizia di Stato (12%), l’Aeronautica Militare (11%), Marina Militare (9%) Vigili del Fuoco (5%), Polizia penitenziaria (4%).
La metà dei circa 4.000 genitori intervistati sosterrebbe i propri figli nella scelta di una carriera in divisa.