CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 14/01/2020

L’ESERCITO SI MODERNIZZA CON NUOVI SISTEMI D’ARMA – IL PROGRAMMA “SOLDATO FUTURO” E’ DIVENTATO “SOLDATO SICURO”

PARMA- Con l’acquisto di 20mila apparati elettronici di controllo individuale sul campo di battaglia,(SIC) il Programma Soldato Futuro è stato ribattezzato “Soldato Sicuro”) . La acquisizione affronta una delle 5 sfide che il capo di SME aveva evidenziato come cruciali per l’Esercito italiano.

Una tappa importante è stata , tra le altre, l’acquisizione del sistema SIC,che incrementa le capacità di precisione e sopravvivenza del soldato italiano tramite un equipaggiamento di nuova generazione. Ogni militare è integrato nel sistema digitale di Comando e Controllo che ne assicura l’impiego negli attuali e futuri scenari operativi.

MISSILI CONTROCARRO
Sono stati acquisiti anche 126 lanciatori controcarro SPIKE e 800 missili per medie e lunghe gittate di nuova generazione che entreranno in servizio a partire dal 2021. Impiegabili sia da terra sia da bordo dei veicoli, essi consentono l’ingaggio di mezzi dotati di corazzature reattive ovvero di sistemi attivi antimissile. Il sistema è impiegabile in tutto lo spettro delle operazioni militari, in qualunque condizione metereologica, nonché in ambiente contaminato NBC o in presenza di disturbi elettromagnetici.

BLINDATI FRECCIA DI ULTIMA GENERAZIONE
I soldati dell’Esercito potranno contare anche sull’ampliamento del parco Veicolo Blindato Medio (VBM) 8×8 “Freccia”, approvvigionato in altre 30 unità con opzione per successive 11 in versione controcarri, che rappresenta il primo mezzo da combattimento digitalizzato ad essere stato introdotto in servizio.
Contemporaneamente si sta procedendo all’adeguamento tecnologico del sistema, prevedendo un incremento delle capacità di protezione con particolare attenzione alla difesa da ordigni esplosivi improvvisati, alla mobilità e alla potenza di fuoco, con una torretta dotata di un’arma principale da 30 mm, controllata dall’interno del blindato.

ELICOTTERI
E’ in arrivo anche il Light Utility Helicopter (LUH) che razionalizza la flotta degli Elicotteri da Supporto al Combattimento della Forza Armata. Si tratta di una evoluzione dell’elicottero AW 169, in grado di assolvere tutti i compiti delle precedenti linee volo.

I primi esemplari saranno in versione basica per le esigenze addestrative degli equipaggi di volo e, successivamente, nella versione ‘‘Multiruolo Avanzato’’. Gli standard tecnologici ed avionici all’avanguardia, permetteranno un proficuo impiego in Patria e all’estero.-
CONTRAEREA
Il nuovo missile CAMM ER (Common Anti-air Modular Missile Extended Range) allo studio si è rivelato efficace contro minacce aeree fino a 40 Km. Viaggia a velocità supersonica, impiegabile in ogni condizione atmosferica ed anche in ambiente fortemente disturbato da fonti elettromagnetiche.
Il CAMM ER costituirà il munizionamento del sistema d’arma controaerei a “corta portata” GRIFO per l’Esercito, andando progressivamente a sostituire il sistema d’arma SKYGUARD che terminerà la vita tecnica nel 2021.
OCCUPAZIONE E INNALZAMENTO TECNOLOGICO NAZIONALE
L’avvio di questi programmi assicura notevoli ricadute dal punto di vista occupazionale presso gli stabilimenti di produzione sul territorio nazionale delle aziende consorziate e della vasta ete di subfornitori, selezionati negli anni in base agli elevati standard qualitativi che i programmi si prefiggono.