OPINIONI

Condividi:

Pubblicato il 19/03/2020

LIBERI DI SCEGLIERE TRA L’ARCOBALENATO GAY FRIENDLY “ANDRA’ TUTTO BENE” OPPURE…….

SCENDA O SIGNORE LA TUA RUGIADA

Caro Direttore,

qualche giorno addietro ho ricevuto la sua graditissima telefonata, tesa a sincerarsi della salute, fisica e spirituale, della mia famiglia.

Gentilissimo pensiero, cui ha aggiunto una richiesta: “scrivi qualcosa”.

Ebbene, tra i tanti mestieri che mi piacerebbe fare, senz’altro non c’è quello dell’“opinionista”: entrare nell’ambito del “si dice…”, nell’agone del pensiero relativista, seduto sulla poltrona del “secondo me…”.

Mi limito, per pragmatismo cristiano, ai fatti, che soli orientano il mio punto di vista privilegiato: quello del credente in Gesù, “motore immobile” della Storia dell’uomo.

Gettiamo subito le carte: da questa prospettiva mi sforzo di leggere gli eventi, nella certezza che la mia Ragione viene ampliata, riceve nuova luce, dalla Fede in Cristo.

Il lettore potrà scegliere di andarsene, voltare pagina, sorridere della mia ingenuità: è Libero.

Ho già scritto molto per Lei, Direttore, e se non sono riuscito a far aprire gli occhi ai suoi lettori fino ad ora non ci riuscirò nemmeno con queste quattro righe.

Vediamo un po’.

Proprio nei primi mesi di quest’anno doveva entrare in vigore il “Nuovo Messale” per la liturgia della Santa Messa “Novus Ordo”.

Un esempio?

Lo SPIRITO SANTO, nella già traballante edizione pluri-linguistica partorita dal Concilio Vaticano II, viene mutato in “RUGIADA”(?!?).

Ma che bello…

Nessuna Santa Messa è stata ancora officiata con questo messale (speriamo).

Il “Comitato di Salute Pubblica”, che attualmente ha sede in Vaticano, ha emesso tali ordinanze:

Il PADRE NOSTRO è cambiato;
Il CATECHISMO è cambiato;
La LITURGIA è cambiata.
Un’”Aria Nuova” si respira nella Chiesa del III millennio, ed ora, in tutta Italia e nel mondo.

“Aria Nuova” e tutti a casa:

La SANTA MESSA è cancellata (no, meglio: in differita on line, senza fedeli).
Un semplice caso, certamente.

Eppure…

Eppure, una piccola, piccolissima pulce su di un topolino domestico causa una catastrofica strage.

L’Europa è in ginocchio per la peste: siamo nella metà del XIV secolo.

Da dove arriva questa epidemia?

Dalla Cina.

La Regina dei Mari, Venezia, impone la “Quarantina” alle navi in arrivo; non tanto perché quaranta giorni siano il periodo d’incubazione del morbo quanto per fede, perché per quaranta giorni Gesù ha peregrinato nel deserto: la Quaresima.

Ed oggi?

Un piccolo virus… Piccino, piccino.

Ancora dalla Cina.

Ancora una Quaresima/Quarantena forzata, me è rimasto solo il nome, perché la Fede non c’è più.

PUFF…

Tutto è silenzio e… dobbiamo fare i conti con la morte.

Si noti pure la bizzarria: obbligatoriamente “mascherati” in tempo di Quaresima.

Lei, caro Direttore, mi chiede una parola di Speranza (una delle TRE VIRTU’ TELOGALI) attraverso la Sua richiesta.

Le rispondo con la “Vera Speranza” legata al Catechismo (Art. 1817) eccola: la Misericordia di Gesù ed il Suo abbraccio eterno.

Il lettore è libero di scegliere, preferisce:

un arcobalenato, gay-friendly:

“ANDRA’ TUTTO BENE…”?

oppure:

APOCALISSE di Giovanni

6

1- Quando l’Agnello sciolse il primo dei sette sigilli, vidi e udii il primo dei quattro esseri viventi che gridava come con voce di tuono: “Vieni”.

2- Ed ecco mi apparve un cavallo bianco e colui che lo cavalcava aveva un arco, gli fu data una CORONA e poi egli uscì vittorioso per vincere ancora.

Ex alto Fulgur

Gaetano Canetti