CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 13/04/2018

MARESCIALLO CORRE IN CASERMA DURANTE L’ORARIO DI LAVORO: ANDRA’ A PROCESSO

LA SPEZIA -Un maresciallo di Marina dal foglio matricolare specchiato e tra note di eccellenza ed encomi sarà processato per truffa militare. Il rinvio a giudizio è stato disposto dal gup presso il Tribunale militare di Verona Antonio Bonfiglia, su richiesta del pm Luca Sergio. Andava a correre in caserma, dentro la base, ma i carabinieri hanno scoperto che non effettuava la regolare timbratura del cartellino. Corsa ed esercizi ginnici avvenivano al campo Montagna, a poca distanza dal luogo di lavoro, il comando di Marina Nord. «andavo solo a fare quello che i disciplinari della forza armata impongono ai militari: tenersi in forma. Lo sapeva anche il mio superiore. In caso di urgenze ero pronto a rientrare; avevo sempre con me il telefono cellulare..».
La relazione dei carabinieri, abbraccian un ampio orizzonte temporale, dall’ottobre al maggio del 2016. Dice la difesa: «Non si tratta di un furbetto del cartellino. La sua carriera specchiata, fatta di lunghi periodi di imbarco e privazioni, già depone per il riconoscimento di un militare ligio al dovere». Il processo, disposto ieri dal gup Bonafiglia, sarà celebrato il 7 giugno prossimo a Verona