CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 15/10/2016

NATO: FORZA DI REAZIONE RAPIDA A EST . IN 48 ORE IN OGNI PUNTO DELLA ALLEANZA

I ministri della Difesa della Nato hanno deciso di rafforzare il corpo di reazione rapida dell’Alleanza con gli ‘Spearheads Forces’, le ‘punte di lancia’, una brigata di terra di 5mila unità operativamente dispiegabile nel giro di 48 ore in qualsiasi punto dell’Alleanza, incluso il fianco est dal Baltico al Mar Nero, con aviazione, tank, forze speciali, marina, munizioni e almeno quattro battaglioni multinazionali ‘residenti a rotazione’ già posizionati in otto basi a partire da Paesi baltici e Polonia. Sono 40.000, complessivamente, i soldati che fanno parte del corpo di reazione rapida.
Sempre nel 2015 i ministri hanno deciso di aprire le nuove basi avanzate (Nfiu) in sei Paesi dell’Est: Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Romania. I nuovi avamposti Nato sono parte del nuovo piano di azione rapida (Rap) adottato come risposta alla nuova postura aggressiva della Russia e sono stati aperti a Sofia, Tallinn, Riga, Bydoszcz e Bucarest oltre che a Vilnius. Si tratta essenzialmente di centri di comando dotati di personale ridotto (40 militari, di cui 20 forniti delle forze armate locali, gli altri 20 a rotazione da paesi dell’Alleanza) a disposizione delle ‘Spearheads’. In caso di crisi, questi avamposti assicureranno che le forze Nato agiscano insieme fin dall’inizio.