CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 10/07/2018

NAVE ITALIANA “OCCUPATA” DA AFRICANI MINACCIOSI APPENA SOCCORSI : GUARDIA COSTIERA ITALIANA OBBLIGATA A CARICARLI PER SALVARE GLI ITALIANI

84737_h

PARMA-Ieri sera la nave italiana militare Diciotti è intervenuta prendendo a bordo diverse decine di passeggeri africani che vogliono entrare in Italia senza documenti, che erano stati soccorsi domenica dal rimorchiatore battente bandiera italiana, Vos Thalassa. La nave Thalassa, dopo aver avvistato un barchino in procinto di affondare nelle acque internazionali prossime alle piattaforme petrolifere dove opera, ma in acque libiche, ha issato a bordo 67 africani a bordo, di cui 58 uomini, tre donne e sei minori.

Il comandante della nave, in diverse comunicazioni anche via mail alla centrale operativa della guardia costiera a Roma, ha segnalato “una situazione di grave pericolo per la sicurezza della nave e del suo equipaggio, composto da 12 marittimi, tutti di nazionalità italiana” a causa degli “atteggiamenti minacciosi nei confronti dell’equipaggio stesso da parte di alcuni migranti, all’arrivo in zona della guardia costiera libica”.


Alla luce della situazione e a seguito di ulteriori comunicazioni tra il comandante del Vos Thalassa e la centrale operativa della guardia costiera, sottolinea la stessa guardia costiera, “si è reso necessario far intervenire nave Diciotti, a tutela dell’incolumità dell’equipaggio del rimorchiatore battente bandiera italiana, che intanto dirigeva verso nord”.

La Nave Diciotti Ha preso a bordo gli africani in stato di ostile agitazione intorno alle 22 di ieri. LA nave Vos Thalassa ha potuto riprendere la navigazione per ritornare alle proprie ordinarie mansioni commerciali. Il personale della nave Diciotti, osserva la guardia costiera, ha già adottato le prime azioni per individuare i responsabili dei disordini a bordo, al fine di assicurarli alla competente autorità giudiziaria italiana.
Salvini ha precisato che la “Guardia costiera italiana non può sostituirsi a quella libica, soprattutto se i colleghi africani sono già entrati in azione.

3847405_0927_migranti_nave_bloccata_jpg_pagespeed_ce_k2mq3wjirh

--