CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 12/02/2019

OFFESE ALL’ ITALIA E A CONTE: I LEGIONARI CI HANNO VISTO GIUSTO CON I BELGI.

di Corrado Corradi

L’intervento del liberale belga (Verhofstadt, ndr) all’assemblea UE e che ha definito burattino il nostro premier Conte, non ci deve stupire, sembra una tradizione dei politici belgi comportarsi da pirla.

Ricordate l’ex premier belga, mi sembra si chiamasse DiRupo, il quale non ha voluto stringere la mano al fascista Berlusconi? … Berlusconi definito fascista da un figlio di una nazione grande circa come la Lombardia e che durante la seconda GM ha fornito alla germania nazista 2 divisioni di SS… ridicolaggini belghe.

I francesi sui belgi dicono: vuoi fare impazzire un belga? Mettilo in una stanza rotonda e digli che in un angolo c’é un cartoccio di patatine fritte.

E chissà perché la canzone legionaria «tiens voila du boudin» si conclude specificando che «pour les belges il y en a plus, ce sont des tireurs au cul» ossia, per i belgi non ce n’é perché sparano nel sedere.

Vox populi vox veritas, dei pirla.