ADDESTRAMENTO

Condividi:

Pubblicato il 18/09/2017

PREALPI 2017 : LA GARA MILITARE RELIGIOSAMENTE CORRETTA

Il dente Avvelenato

Il politicamente corretto arriva anche tra i “riservisti” che operano con la associazione chiamata Federazione Nazionale Riservisti, FNR.
La gara PREALPI 2017, la cui modulistica è scaricabile anche in inglese, conclude il proprio foglio illustrativo ,quasi orgogliosamente con: ” nel rispetto delle sensibilità religiose dei partecipanti NON ( maiuscolo) sarà svolta alcuna funzione religiosa.
In altre parole: gli organizzatori si attendono -evidentemente- numerosi musulmani, ortodossi, evangelisti, luterani, atei e qualche bestemmiatore italiano.
Loro, i “riservisti” pensano quindi che in casa nostra, in una nazione (ed in una regione) che dovrebbe essere cattolica e cristiana, la “sensibilità religiosa” prevalente non debba essere ritenuta importante.
Coloro che alle cerimonir religiose hanno sempre partecipato senza essere colti da morbillo o vomito verde esorcistico, coloro che pensano che di questi tempi la affermazione VISIBILE della propria cultura e civiltà sia obbligatoria per chi veste una uniforme con lo scudetto italiano, sono avvisati.

I riservisti italiani rispettano le sensibilità religiose. Tutte tranne quella dei cattolici.

Concludo: trovo bella la scelta della parola ambigua e nulladichiarante,”sensibilità religiosa”, mi ricorda quella altrettanto neutrale usata dagli intellettuali che definiscono “gender” il sesso, che deve essere indistinto e casuale, nè uomo nè donna e quella che obbliga a firmare “genitore 1 e genitore 2”.
Da civili che dichiarano di essere militari in riserva, ( italiani?), mi aspettavo un poco più di carattere e coraggio.
C’era proprio bisogno di aggiungere la inutile frase per intercettare ( ne dubito) uno o due partecipanti In più?

Applausi.
Bravi.
Moderni.
Corretti.
Grazie di esistere.