OPINIONI

Condividi:

Pubblicato il 22/06/2018

PUZZE E PUZZETTE RADICAL SCIC

di Corrado Corradi

É sufficiente un Ministro dell’Interno con le giuste intenzioni per far collezionare a una serie di figuri come Saviano, Olivieri, Boldrini (azz é plurale maschile, vuoi vedere che devo chiamarla Boldrina), Grasso e compagnucci, a sbottonarsi e rimediare figurette di emme; vediamo:
Il Ministro dell’Interno valuta (giustamente) circa l’opportunità se lasciare la scorta a Saviano; risposta di Saviano: «buffone non mi fai paura» ma, dico io, per quale ragione ragionare sull’opportunità di togliere la scorta a un Saviano qualsiasi (ripeto, persona di nessuna rilevanza) equivale a beccarsi l’epiteto di buffone? E poi per quale ragione un ministro dell’interno dovrebbe suscitare paura ad una persona qualsiasi? In questo caso Saviano ha ragione a non averne, ma, perché dirlo? Semplice: fa tanto fico. In sostanza: a Savià ma vatt’a fa na pera va! (assieme a Balottelli).

Olivieri (un’altro nessuno che sa scattare fotografie più o meno come il fotografo sotto casa mia) sempre sorridente, l’altroieri sera era tutto triste e ha inanellato una serie di considerazione sul fatto che il Ministro dell’Interno é un ignorante (a Olivié, ma chi ssenefrega se non se ne intende di arte, sempre che le tue foto esprimano arte e non siano, come penso io, banali spot pubblicitari che adesso manco stupiscono) e perché dovrebbe essere un razzista xenofobo per via del censimento ai rom (se vuoi stupire prova a definirli zingari nelle tue fotografie) quando, in realtà, censiti li siamo tutti? Mah!; a Olivié… ma mi facci’l piacere! PRRR, prova a fotografare sta pernacchia.

Boldrini (o Boldrina?) e Grasso, rilassatevi, fatevi una tisana, non abbiate paura, vi assicuro che non c’é nessun pericolo fascista, i fantasmi non esistono, esistono solo dei coglioni che non si rendono conto che gli xenofobi sono proprio quelli che considerano fascisti chi non la pensa come loro; se siete agitati perché gli italiani non ve se filano proprio… Boldrini, Grasso, tranquilli! una sana seduta da un buon analista e supererete le vostre delusioni. Nel frattempo, Grasso : «parli come badi!», Boldrini : « ma mi facci’l piacere!!».
Macron! Stupefacente Macron! Francese a tutto tondo nei suoi difetti (presunzione in primis), ma soprattutto ragazzotto maleducato; Macron, assieme al tuo portavoce: infilatevi la «force de frappe» su per il sedere e se non ce la fate, poco male, ci penseranno le vostre banlieus ad aiutarvi. Coglioncelli che non siete altro, meditate sulle figure di merda che avete fatto fare alla Francia assieme agli altri due fenomeni di Sarko’ e Hollande. A tutti e 4… PRRR… siccome in francese non esiste il termine pernacchia ve lo spiego la prossima volta.



Di fronte a tanto idiota e arido livore:
• «Cancellare Salvini dal genere umano», cosi’ Bernasconi a capo della Caritas di Como … alla facciad’o cazz (e dell’Evangelo);
• «buffone, ministro mafioso a capo di un partito di ladri » cosi’ quel poveraccio (mentale) di Saviano;
• Salvini ritratto mentre gode come un riccio al sentire le urla disperate dei bambini, nella stupidissima vignetta dello spregevole Vauro;
• «i giudici fermino Salvini e lei presidente faccia sentire la sua voce» (e, aggiungo io per debita consecutio di pensiero, cancelli la volontà della maggioranza del popolo italiano), cosi’ in una roboante lettera aperta, ancora il triste Vauro e il tribunello (i tribuni romani erano altra cosa) Santoro;
• “La lebbra populista cresce”, cosi’ Macron dopo aver definito “vomitevole” il comportamento del governo italiano nei confronti di una nave delle solite ong… (président, raccolga il dito mignolo e il pezzo di naso che la lebbra le ha fatto cadere in quel di Ventimiglia, Bardonecchia, e Calais);
• “Spread a 243 punti. Lebbra” cosi’ Friedman che, ipocritamente, puntella il livore di Macron (quasi che lo spread dipendesse dai provvedimenti anti clandestini e anti porcherie dei rom);
• Senza contare i livorosi sproloqui minuti su quanto sia xenofobo, razzista e fascista Salvini, sputati da orchetti dei centri sociali e da figuri minori della sinistra.
Per tutto questo io dico: “JE SUIS SALVINI” e aggiungo : Matteo vai avanti cosi’, non ti curar di loro ma guarda e passa.

--