CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 18/05/2017

RADUNO NAZIONALE DEI BERSAGLIERI A MONTESILVANO ( PESCARA)

Saranno ben tre le fanfare che si esibiranno a Montesilvano. Nell’ambito del 65^ raduno nazionale dei Bersaglieri in programma a Pescara fino al 21 maggio, anche la città di Montesilvano ospiterà 3 esibizioni di altrettante fanfare.

Si tratta della Fanfara Luciano Manara di Milano che alle 21 di sabato 20 maggio si esibirà nel piazzale antistante il Pala Dean Martin – Centro Congressi di Montesilvano. Guidata dal capo fanfara Emilio Giani si tratta di una delle fanfare più antiche d’Italia, fondata nel 1927. La Fanfara Manara alle 17:30 deporrà la corona ai caduti al Monumento di piazza Indro Montanelli. Ad allietare anche i montesilvanesi saranno la Fanfara Triboldi di Cremona, guidata dal capo fanfara Marco Nolli che si esibirà sempre alle 21 a Montesilvano Colle; mentre alle 18:30 in piazza Diaz sarà la volta della Fanfara Vidoletti di Vergiate (Varese) guidata dal capo fanfara Alberto Pidalà.


«I bersaglieri, l’Italia, la storia. Le fanfare – spiega Domenico Martellotta referente per Montesilvano dell’Associazione Nazionale Bersaglieri – in musica tramandano la storia del corpo più amato dalla gente. La loro musica è vibrante, gioiosa e al tempo stesso mesta, perché ricorda la giovinezza (il bersagliere ha sempre 20 anni), l’ardimento (i reparti bersaglieri sono i più decorati dell’Esercito Italiano) e la malinconia che sovviene quando si pensa a tutti coloro che hanno dato la vita per la nostra Patria. Ascoltarle è un piacere e al tempo stesso un viaggio nella storia della nostra Italia». «Siamo particolarmente onorati – aggiunge l’assessore agli Eventi Ottavio De Martinis – di ospitare ben tre formazioni. Le fanfare offriranno dei momenti spettacolari ed emozionanti che saranno sicuramente apprezzati dai cittadini che da sempre sono affascinati e vicini al corpo dei bersaglieri. Siamo altrettanto onorati di essere ancora una volta la città scelta, grazie alle strutture alberghiere del nostro territorio, per accogliere i partecipanti del raduno che in questi giorni pernottano proprio nelle strutture ricettive di Montesilvano, sottolineando quella evidente vocazione all’ospitalità che ci contraddistingue».