CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 17/05/2018

RASSEGNA STAMPA- IL REPARTO VOLO DEL POLIGONO DI SALTO DI QUIRRA CHIUDE

Cagliari
sezione: Provincia Ogliastra data: 17052018 – pag: 41

Duro colpo per il Poligono interforze di Quirra

Chiude il reparto di volo, militari trasferiti a Decimo

Addio al reparto di volo del Poligono interforze del Santo di Quirra. Dal primo settembre i militari in servizio nel contingente verranno trasferiti nella base di Decimomannu. La decisione era nell’aria da un pezzo, ma l’ufficialità della soppressione è arrivata ieri con un telegramma, ricevuto da ciascuno dei 35 addetti al reparto. Sono destinate ad andar via figure professionali come piloti elicotteristi, assistenti di volo, meccanici, aerosoccorritori, addetti alla manutenzione. Con la chiusura della 672esima squadriglia viene a mancare un presidio che, da oltre quarant’anni, ha assicurato al territorio anche interventi di soccorso aereo a persone traumatizzate. Insorge Fratelli d’Italia che contesta la decisione del ministero della Difesa. «Può essere l’inizio della morte del Pisq».
LA NOVITÀ Per il reparto di volo del Pisq sono gli ultimi mesi di servizio a Perdasdefogu. La squadriglia cse ne va dopo quarant’anni di permanenza. Ieri mattina i professionisti addetti hanno ricevuto la comunicazione ufficiale di trasferimento a Decimomannu. A ognuno dei 35 militari è stata concessa la destinazione alternativa, ma nel caso dei piloti elicotteristi la nuova sede sembra imprescindibile. È la dipartita di un reparto che, in tempi di bonaccia, schierava tre elicotteri: i mezzi venivano anche utilizzati in occasione di soccorsi urgenti per il trasferimento verso gli ospedali isolani. Ora a Perdasdefogu temono che la chiusura del reparto possa generare ulteriori licenziamenti anche tra gli operatori civili, come ad esempio chi lavora nel settore pulizie dell’hangar.
LA PROTESTA Fratelli d’Italia denuncia la vicenda che rischia di avere un effetto emorragico – in termini occupazionali – per il Pisq. «Il reparto di volo – accusa Nicola Salis, consigliere comunale di Perdasdefogu e portavoce FdI Ogliastra – è la polpa del Pisq. Sarebbe una decisione inaccettabile per un territorio che, per 62 anni, ha dato anima e cuore alle forze armate. Significherebbe di fatto decretare la morte di una comunità legata economicamente alla funzionalità del Poligono». Sul caso interviene anche il deputato Salvatore Deidda: «Se come si prospetta il trasferimento della squadriglia andrà a buon fine – sostengono i consiglieri regionali Paolo Truzzu e Gianni Lampis – potrebbe essere l’inizio di unoa smobilitazione del Pisq che lascerebbe la popolazione in grande difficoltà economica e sociale. Noi di Fdi siamo vicini alla comunità di Perdasdefogu».
Roberto Secci