CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 18/10/2018

RIACE: ILLEGALITA’ E IDEOLOGIA

di Corrado Corradi

Ma come si fa a tifare per il modello «Riace» di integrazione?
I sostenitori di tale idiozia dicono più o meno che «Riace era un paese morto e con l’integrazione dei clandestini (di questo trattasi) nel tessuto di quel paese ormai disabitato, questo é risorto» … bel cavolo di capolavoro.
Un paese italiano riportato in vita con la presenza di chi italiano non é e che tra una decina d’anni, forse meno, accamperà, giustamente (a causa di quel sindaco disgraziato e dei suoi sostenitori), diritti che italiani non sono.
Quei clandestini che stanno ripopolando Riace veicolano usi e costumi (ma anche cultura, tradizione, spiritualità) profondamente diversi da quelli che per decenni hanno animato quel paese.
Quegli usi e costumi diventeranno prima consuetudini e poi, essendo la consuetudine fonte di diritto, trasformeranno un paese italiano in una enclave profondamente straniera in territorio italiano, che attirerà sempre maggior numero di stranieri, proprio come é avvenuto in Yugoslavia ove una politica demente dell’UE ha permesso che in territorio serbo cristiano si impiantassero enclaves bosniache musulmane… sappiamo com’é andata a finire.

Quanti paesini si sono spenti in Italia dall’unità ad oggi? C’era proprio bisogno di attaccare Riace alla spina dell’immigrazione clandestina per mantenerlo in vita? Come si fa a non prevedere quel che Riace diventerà… si fa, si fa! quando si é o imbecilli o in malafede o tutt’e due si puo’ fare tutto.
download