CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 21/10/2018

GLI ATLETI PARALIMPICI DELLA DIFESA A SIDNEY. INIZIANO GLI INVICTUS GAMES. ARRIVANO LEPRIME MEDAGLIE

ULTIM’ORA: ARRIVANO LE PRIME MEDAGLIE. IL CAPITANO GIANFRANCO PAGLIA CI SCRIVE: CRONOMETRO CICLISMO: ARGENTO PER LORENZO DI LORETO. HANDBIKER: BRONOZO PER MASSIMO CHIAPETTA



IL GSPD VOLA A SYDNEY PER GLI INVICTUS GAMES

17 atleti rappresentano l’Italia alla quarta edizione dei giochi paralimpici

Con la cerimonia di apertura al Sydney Opera House ha ufficialmente inizio la quarta edizione degli Invictus Games che termineranno il 27 Ottobre. Numerosi gli ospiti, ma il messaggio profondo è stato del principe Harry che rivolgendosi ai 500 competitors ha detto:“Siete un messaggio di ottimismo, il vostro coraggio, sacrificio e forza sia da esempio per le future generazioni.” Ha sottolineato poi l’importanza ed il senso della manifestazione che non è esclusivamente quello di vincere medaglie, ma di condividere storie e testimonianze con chi ha avuto analoghe esperienze. È un modo per confrontarsi e crescere abbattendo il muro della solitudine. È conforto alle famiglie che in un certo qual modo hanno dovuto riparametrare la propria vita. È un invito a non smettere mai di sognare ed aiutare coloro che sono in difficoltà senza lasciare mai nessuno indietro. “Come veri guerrieri ci si rialza e si va avanti”.

L’idea di creare nel 2014 a Londra i giochi paralimpici internazionali per i veterani di guerra è del principe Harry, così come è sua la scelta del nome Invictus, Invicibile. Nello stesso anno in Italia nasce il Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa, dietro c’è la convinzione che anche grazie allo sport si favorisca il recupero psicofisico dei nostri militari che operando in Patria o all’estero hanno riportato lesioni, malattie invalidanti durante l’adempimento del proprio dovere. 24 sono le medaglie conquistate nelle precedenti edizioni (Londra 2014, Orlando 2016, Toronto 2017). Quest’anno a Sydney 17 sono le Nazioni che partecipano con oltre 500 competitors impegnati in 11 discipline. 17 i nostri atleti che provengono da Esercito, Aeronautica, Marina, Carabinieri. Nei giorni scorsi il capitano del GSPD Ten Col Gianfranco Paglia ha ricevuto il Tricolore dal Ministro della Difesa, mentre la Bandiera degli Invictus Games ha fatto il giro di tutte le Forze Armate che hanno aderito alla campagna di comunicazione Fly the Flag promossa dagli organizzatori degli Invictus Games. La condivisione del progetto sottolinea ancor di più quanto le Forze Armate siano vicine ai propri uomini e donne che con orgoglio e spirito di servizio sono alla ricerca di nuove imprese con l’intento di continuare a servire il Paese anche in tuta ginnica.

La delegazione italiana è composta da 48 persone compreso i Family and Friends e il team manager è il Ten. Col. Walter Borghino.

Alla cerimonia d’apertura erano presenti l’Ambasciatore d’Italia in Australia, Stefano Gatta, il Console Generale d’Italia a Sydney Arturo Arcano, l’Addetto Militare dell’Ambasciata d’Italia a Canberra Col. Luca Spuntoni.
cerimonia