CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 11/10/2018

SIRIA: BLITZ DEI PARACADUTISTI SIRIANI NELL AULTIMA ROCCAFORTE ISIS NEL TERRITORIO NAZIONALE

recensione a cura Antonello Gallisai

DAMASCO- L’esercito siriano ha cacciato i combattenti dello Stato islamico dalla loro roccaforte montuosa e desertica di Tulul al-Safa, a est della provincia meridionale di Soueida

Ci sono voluti due mesi e mezzo di combattimenti e notevoli risorse per sconfiggere uno degli ultimi feudi di ISIS nel paese. Tuloul al-Safa è una zona montuosa di rocce vulcaniche, crepacci e grotte naturali, formata da colate laviche. Veicoli e carri armati non possono accedervi.

Dopo aver subito pesanti perdite, l’esercito siriano questa settimana ha fatto intervenire i paracadutisti, che con un lancio dietro le fila dei jihadisti hanno tagliato una buona parte delle vie di fuga e conquistato i pochi punti d’acqua disponibili. Dopo l’assalto delle truppe aviotrasportate siriane i combattenti dell’ISIS hanno cessato ogni resistenza e hanno iniziato a lasciare l’area in piccoli gruppi. Secondo alcune agenzia di stampa più di 300 jihadisti e 125 militari siriani sono stati uccisi nella battaglia.

Dopo la riconquista della roccaforte jihadista, le truppe siriane hanno cercato (senza peraltro trovarane traccia) una trentina di civili drusi sequestrati dagli jihadisti durante un’offensiva a sorpresa contro sette villaggi nella zona di Soueida il 24 luglio. Il destino di questi ostaggi, per lo più donne e bambini, rimane sconosciuto.