OPINIONI

Condividi:

Pubblicato il 03/09/2017

SOLIDARIETA’ AL FUNZIONARIO DI POLIZIA CHE DISSE AI SUOI “SE LANCIANO OGGETTI SPEZZATEGLI UN BRACCIO”. LO AVREMMO URLATO ANCHE NOI

E’ stato rimosso dal suo incarico il funzionario di polizia che urlò “se tirano qualcosa spezzategli un braccio”, durante le cariche di autodifesa,per proteggersi dagli immigrati all’assalto di piazza Indipendenza a Roma. Il capo della polizia Gabrielli aveva promesso conseguenze.Il funziario si era reso “colpevole” di avere coordinato la difesa di un piccolo manipolo di poliziotti lanciati contro un centinaio di aggressori che lanciavano oggetti, mobili e persino una bombola del gas dalle finestre. Dal Commissariato Trevi Campo Marzio (quello del centro storico) andrà al Dac anticriminein un ufficio più burocratico, quanto di più lontano dalla strada e dal centro cittadino (zona Tuscolana) e soprattutto dalla gestione dell’ordine pubblico.
La nostra redazione gli invierà un messaggio di condivisione del suo rammarico e di disapprovazione per un trasferimento punitivo nonostante non avesse fatto niente di diverso da quello che avremmo fatto noi al suo posto.