CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 19/05/2020

SPEDIZIONE SU MARTE: I PARACADUTE VANNO ANCORA TESTATI

Tra le cause del rinvio della missione su marte (exomars) è un problema ai paracadute riscontrato durante alcune prove . Si tratta di test necessari per avere la certezza di arrivare senza danni sulla superficie di Marte la cellula di atterraggio di ExoMars,all’interno del quale ci sono il veicolo Rosalind Franklin e la piattaforma di superficie Kazachok .

Le nuove sacche per il contenimento e il rilascio dei paracadute sono state dichiarate idonee per i test di lancio ad alta quota, rimandati a settembre 2020 a causa delle restrizioni d avirus. Nel frattempo i test di estrazione sono andati a buon fine, dimostrando di riuscire a evitare lacerazioni a una velocità di espulsione di 200 km/h. In tutto, da novembre 2019 a gennaio 2020, sono stati effettuati sei test di estrazione presso il Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, California.

Altre modiche saranno effettuate sui pannelli solari che serviranno al rover per sopravvivere alle temperature su Marte. All’inizio del 2020, dopo alcuni test ambientali, erano state rilevate delle crepe; per questo motivo, presso gli stabilimenti della Airbus nel Regno Unito, verranno installati dei nuovi sistemi di chiusura per rinforzare l’interfaccia fra i pannelli solari e le staffe di sostegno. Il modello di volo del rover, che si trova attualmente nella sede di Thales Alenia Space di Torino, verrà sottoposto a operazioni di manutenzione ordinaria, come carica della batteria e controlli microbiologici rigorosi, fondamentali per assicurarsi che la missione non introduca batteri terrestri su Marte.