ADDESTRAMENTO

Condividi:

Pubblicato il 25/03/2018

TEAM FOLGORE- INIZIANO I CORSI DI QUALIFICAZIONE PATTUGLIE GUIDA E RICOGNIZIONE

team-folgore-topografia-5

PARMA-Si è tenuta Sabato 24 Marzo una sessione didattica in aula presso la sede della protezione Civile di Pama , dedicata a tre Nuclei di prontezza tutti Paracadutisti del Team Folgore. Avranno il compito di “pattuglia guida” e da ricognizione di aree impervie colpite da eventi catastrofici. Il corso di topografia è stato tenuto dal paracadutista Giorgio Cenci, dirigente ed istruttore della Protezione Civile Regionale, Ufficiale in congedo, membro del consiglio direttivo UNUCI e veterano oltre che istruttore del Team.
Sono in programma esercitazioni sul terreno ( la prima l11 Marzo scorso) e lezioni in aula, che fanno anch’esse parte del programma di qualificazione di tutti i membri del Team Folgore divisione protezione civile, affinchè siano in grado di identificare e raggiungere e gestire in poche ore le zone lancio da aviorifornimento e caduta libera o eliatterraggio, le più vicine alle aree isolate in emergenza. Lo dovranno fare di giorno e di notte , con ogni meteo e su ogni terreno. Subito dopo l’0aviorifornimento dovranno effettuare accurate esplorazioni del territorio per identificare e comunicare l’entità dei danni alle persone e alle cose.

UN SOLO AEREO POTRA’ RIFORNIRE GRANDI ESTENSIONI
In caso di eventi che coinvolgano grandi superfici e che impegnino ogni mezzo sui grandi centri, le zone isolate saranno raggiungibili rapidamente solo dal cielo, con aviorifornimenti e aviolanci di personale, magari fatti da un solo aereo, su una direttrice di diversi chilometri in pià di una zona, grazie ai nuclei disseminati sul territorio, che faranno parte della organizzazione territoriale nazionale ANPDI,la cui Presidenza patrocina il Progetto.

NUCLEI DI PRONTEZZA: 4 ORE PER ESSERE SUL POSTO NELLE PROPRIE AREE
Solo grazie a squadre “leggere”, chiamate Nuclei di Prontezza, le zone isolate potranno essere raggiunte velocemente e con ogni mezzo e allestite per un presidio aviolanciato ( gruppo elettrogeno, tenda, radio, generi di conforto, medicine e quello che “chiederanno” al centro di coordinamento) .
Dopo la presa di possesso dell’area, le squadre avranno il compito di esplorare le aree; da qui la necessità di una ottima conoscenza della navigazione topografica e spirito di iniziativa.
Il loro lavoro durerà tutto l’anno, perchè dovranno fare ripetute “uscite” per identificare, classificare e mappare le zone che potranno essere utili agli aviorifornitori e ai paracadutisti specialisti, per accorrere in aiuto di case sparse, piccoli centri e frazioni isolate, sul loro territorio.

Una buona esplorazione potrà anche evitare l’invio non necessario di mezzi e aiuti, oppure, al contrario, richiamare supporti urgenti, fornendo una descrizione accurata della situazione, fin dalle prime 4-5 ore dall’evento.

team-folgore-topografia-2
segnalazione-aereo

--