CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 17/01/2020

UN SALUTO AL LEONE DELLA FOLGORE ARTIGLIERE PARACADUTISTA GIUSEPPE DE GRADA CHE HA BISOGNO DEL NOSTRO AFFETTO


PARMA- In silenzio, ma inesorabilmente i Leoni della Folgore di El Alamein esauriscono le loro energie. E’ il caso dell’Artigliere Paracadutista Giuseppe De Grada , 98 anni compiuti in aprile, che non sta bene. E’ a casa , dopo qualche giorno di ospedale. Il suo corpo ha dato tanto. La guerra da Paracadutista di El Alamein, la prigionia, il lavoro strappato a fatica perchè era un “non cooperatore”.
Fino a Giugno del 2019 si lanciava in Tandem , per la seconda volta, circondato dalle preoccupate premure dei paracadutisti Cremonesi e tanti altri
Al suo compleanno si sono sempre presentati paracadutisti da diverse regioni. Centinaia di chilometri per salutarlo.
I Leoni della Folgore non gradiscono apparire,. non fanno discorsi, non voglio nè complimenti nè clamore nè applausi, eppure (ci) attirano come calamite. I baschi amaranto, sono affascinati dal basso profilo così autorevole di questi Soldati, di questi Uomini.
Ora Giuseppe De Grada è nella sua bella casa sulle colline pavesi.
Riceve , in silenzio come è solito fare, l’ affetto e i cari e commossi saluti dei “suoi” paracadutisti.
Un suo sguardo di approvazioone, una stretta di mano con il sorriso ci basta. Ottenere questi segni di stima da un Leone della Folgore vale tanto perchè non li regalano.
Siamo in ansia per la sua salute ma sappiamo che è circondato dai nipoti e dalla Famiglia che lo sostiene.
Lo salutiamo e lo ringraziamo perchè incarna lo stile, il modo di fare ed i comportamenti dei Leoni della Folgore. Un esempio per noi e per tutti i Baschi Amaranto.