CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 19/03/2020

CON TUTTO IL RISPETTO – CHE C’E’ DA CANTARE DAL BALCONE???

 

Il Dente Avvelenato 

 

Mi piaceva l’idea di passare qualche giorno a casa, immerso nel silenzio che qualche coglione chiama “surreale” , perchè non c’è abituato  e gli sembra  “sbagliato” e “triste”.  Non immaginavo che  gli  itagliani con la ggì .  nascessero  dalla tastiera del computer.   Gli  italiani  che soffrono di feisbucchite, tuitterite, istagrammite  ,in astinenza da “mi piace”, si sono inventati  la tarantellatafratellataditaliata, la applaudita, la azzurrata , dalla finestra o dal balcone.

Ma non basta: c’è  chi ha spadellato, chi  sbatteva a tempo  coperchi di pentola, chi suonava  il violino ( opportunamente ripreso dal cellulare sul treppiede, alla faccia dello spontAneismo),  chi suonava trombette , chi ha montato casse acustiche su un tetto, scassando il cazzo  a tutto  il quartiere  con l’inno d’Italia.   Tutti esperti  maestri di  patriottismo e unità.   
Mavafangù, vah!

L’abuso dissacrante dell’Inno d’Italia è diventato la nuova  bellaciaotutt’attaccato , svilito e  strimpellato  sgangheratamente fino al fracasso.

Poi gli applausi ai medici e a tutti quelli che da giorni si spendono per  tamponare  l’emergenza, aggravata (soprattutto?) da chi incitava agli sprizz e da chi se li faceva in gruppo al bancone. Perchè queste astinenze da folla , questa fregola di  farsi vedere e sentire dai balconi, sono le stesse della carenza da “mi piace”, questo patriottismo dei mondiali di calcio,  finto, cariato e col tricolore dipinto sulle guance e sul cappello come quello di zucchero fornaciari, dà il senso di cosa siamo diventati.

Sui balconi a saltellare e agitarsi con le braccia ad “ola” ci sono e ci saranno anche quelli  che il sabato prima della chiusura  si sono fatti un bell’aperitivo di gruppo, in stile titanic o   una giornata al mare oppure hanno appena lasciato la stazione  scappando e infettando centinaia di “scittadini” ( cit: belladenoide Conte) .

I  piccoli  guretti  ( da guru, ndr) da tastiera , si sostituiscono ai siti ufficiali facendo previsioni, svelando complotti, dando consigli per capire se hai il coronavirus, facendo monologhi video pubblicati immediatamente svelando “la verità che nessuno vi dice” , ma che lui , “girando su internet” , sa !

L’ Italia  è illegalista.   Non c’è legge, regolamento condominiale,  nota di comportamento,  avviso agli utenti, che non venga violata , eccepita, contestata, impugnata.   Perfino la quarantena, facendo baccano invece di   fare cose utili  per se e per gli altri e andando in giro con certificazioni false.

In certe città non si riesce a fare tutti i funerali, in migliaia di case c’è gente che teme di aggravarsi ma i tarantelli  devono farsi vedere e sentire, primi fra tutti sti cialtroni di cantanti  in crisi di astinenza ( da soldi e con sindrome di narciso).

Scrive il guretto da predicozza del sabato sera, tale gramellini, e mi tocca dargli ragione: “E’ bella e insopportabile l’ Italia che se la canta, e vedrete se entro poco le forze dell’ ordine non dovranno intervenire per far abbassare i volumi, e meno male che non ci si può menare per ragioni sanitarie. ”

Con tutto il rispetto, ovviamente.

 

 

 

 

 

Leggi anche