CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 21/02/2018

DE GIORGI EX CAPO SM DELLA MARINA: SEQUESTRATI BENI PER 15 MILIONI DI EURO . TROPPI COMFORT SULLE FREMM

ROMA Nei confronti dell’ex capo di stato maggiore della Marina Militare, Giuseppe De Giorgi, accusato di danno erariale, la Corte dei conti ha disposto un sequestro di beni per circa 15 milioni di euro.
A causarlo sono i dubbi della Corte sulle modifiche costruttive che furono da lui richieste sulle fregate multimissione (Fremm). A ottenere la misura, il pm Bruno Tridico, che lo scorso dicembre aveva chiesto il sequestro di beni personali per più di 15 milioni di euro. La cifra, per la procura contabile, corrisponde alla somma relativa alle opere aggiuntive richieste in corso d’opera «per non meglio precisate esigenze operative e di rappresentanza». Le modifiche incriminate riguarderebbero la realizzazione di una sala per il comando complesso con sistemi per videoconferenza, l’ampliamento delle aree relax, la realizzazione di una sea-cabin e la richiesta di allungare la Fremm di 3,5 metri. L’obiettivo, per De Giorgi, era innalzare comfort e capacità operative, soprattutto in caso di missioni internazionali e di lunga durata. «Sono tranquillo, nel corso della quarantennale carriera al servizio della Repubblica ho sempre agito nel rispetto delle norme», aveva dichiarato De Giorgi dopo la richiesta della procura.

Leggi anche