CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 04/08/2020

DIROTTA UN AEREO E SI LANCIA COL PARACADUTE CON 200MILA DOLLARI NEL 1971 . SCOMPARSO NEL NULLA

D.B. Cooper, 49 anni fa dirottò un aereo in viaggio da Portland a Seattle ed è sparito nel nulla dopo essersi lanciato con un paracadute e un riscatto di 200 mila dollari nella borsa a tracolla

La identità era falsa, oviamente, quando si è imbarcato con una finta valigetta-bomba sul volo della Northwest. Chiede ed ottiene un riscatto di 200 mila dollari e 4 paracadute. Incassati i soldi fa ripartire il pilota mantenendo una quota di 3 mila metri e il carrello abbassato. Quando l’aereo raggiunge l’area del fiume Lewis, a sud dello stato di Washington, si lancia dal portellone posteriore.
Il Febbraio del 1980 un bambino scopre 5.800 dollari sotto la sabbia lungo il fiume Columbia. Hanno ancora la fascetta di quel riscatto.
Lo scienziato Tom Kaye, ha analizzato le banconote ed ha scoperto tracce di alghe che di solito appaiono in periodi posteriori al Novembre. Ma si tratta di indizi labili e non utili per ulteriori ricerche, nonostante sia strano che le mazzette siano riaffiorate a decine di chilometri di distanza dal punto di probabile atterraggio.
In questi anni molti hanno confidato sul letto di morte di essere il vero Cooper e molti altri sono stati i probabili autori, poi scagionati per inconsistenza di prove. La polizia ha sempre considerato che l’autore del colpo potesse essere un ex militare, capace di lanciarsi da un aereo in una notte con un clima gelido e senza avere un equipaggiamento adeguato. Indossava una giacca nera, un paio di mocassini.

Leggi anche