CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 14/07/2021

FILLOTRANO: ANPDI E BRIGATA FOLGORE RICORDANO LE GESTA DEL NEMBO

di Roberto Pretini


Sabato 10 luglio 2021 si è svolta la cerimonia commemorativa nel 77° Anniversario della Battaglia di Filottrano per ricordare i caduti che si sono immolati nei nove giorni di combattimenti che, nel luglio 1944, portarono alla liberazione della Città e aprirono la porta alla successiva conquista di Ancona.
Il sacrificio dei ragazzi della Divisione Nembo, caduti combattendo a fianco dei soldati polacchi della Divisione Kresowa, furono dimostrazione tangibile delle capacità del soldato italiano quale elemento determinante nella ricostruzione del nostro Paese.

La Battaglia di Filottrano ha costituito il momento più importante e significativo dell’intero ciclo di combattimenti del CIL nel corso della Campagna sul Fronte Adriatico ed uno dei momenti fondamentali della recente storia d’Italia, infatti Ancona con il porto e l’importante snodo ferroviario erano un obiettivo strategico e logistico essenziale per le forze alleate che stavano risalendo l’Italia.

L’Amministrazione Comunale con la collaborazione della sezione ANPd’I di Ancona hanno organizzato la Cerimonia che è stata coordinata dal Generale Augusto Staccioli, della locale Sezione ANPd’I il quale ha moderato gli interventi dell’ambasciatore di Polonia In Italia, (nonché figlia del Generale Władysław Albert Anders, comandante del Secondo Corpo d’Armata Polacco) Anna Maria Anders, del Comandante del 183° Nembo Col. Vincenzo Zampella, del Presidente Nazionale dell’ANPd’I Gen CA ris Marco Bertolini, del Generale Alessandro Gentili dell’Ass. Naz. Comb. Delle Forze Armate regolari della Guerra di Liberazione e del Sindaco Avv Lauretta Giulioni. I relatori hanno ricordato i fatti del 1944 e tessuto il percorso storico e morale che da 77 anni tengono vivi i valori della nostra Nazione.

Il Generale Staccioli ha ricordato i combattimenti ed i fatti d’arme del luglio 1944; successivamente il Sindaco Giulioni ha in particolare sottolineato l’importanza di conservare e tramandare la memoria del sacrificio di quei giovani combattenti e dei valori per i quali donarono la vita. Belle e sentite le parole del Colonnello Zampella che, nel ringraziare Filottrano, i Filottranesi e i paracadutisti dell’ANPd’I per l’opera svolta affinché il sacrificio dei combattenti della Nembo sia ricordato nel tempo. Inoltre ha sottolineato come i sentimenti di fraterna amicizia e i legami creatisi nel tempo tra i paracadutisti e la Città di Filottrano siano patrimonio comune e indissolubile. Il Generale Marco Bertolini ha ringraziato i paracadutisti marchigiani ed il Comune di Filottrano che tengono vivo con ammirevole costanza il ricordo da sempre. Ha esaltato il valore dei combattenti di allora, auspicando che le “future generazioni” possano essere degne del loro sacrificio. Ha ricordato che l’ANPd’I ha il compito di perpetuare le glorie dei soldati che ci hanno proceduto affinché possano essere tramandate e fungere da combustibile per la ripartenza, così come le energie dei soldati di allora lo sono state per la ricostruzione di un Paese distrutto, diventando negli anni una potenza industriale nel mondo.

Hanno reso lustro alla cerimonia con la loro presenza: il Console Generale della Repubblica di Polonia a Milano Dott.ssa Adrianna Siennicka, il Prefetto di Ancona SE Darco Pellos, il Vice Comandante della Brigata Paracadutisti Folgore il Colonnello Paracadutista Cristiano De Chigi, il Colonnello Claudio Brunetto Comandante Militare della Regione Marche Esercito, il Comandante provinciale CC Colonnello Cristian Carrozza, il generale della GdF Fabrizio Toscano, il Tenente Colonnello Rossano Principi della Scuola English Aviation AMI Loreto, , il dott. Andrea Storoni consigliere della Provincia di Ancona accompagnato dal Gonfalone a dimostrazione della condivisione e del ricordo di comuni valori, il Presidente della Sezione ANPd’I di Ancona Lamberto Agostinelli.

Un ringraziamento particolare al Sottufficiale di Corpo del 183° Reggimento Paracadutisti “Nembo”, Lgt. par Massimiliano Magno, prezioso supporto dello staff organizzativo, ed ai paracadutisti del picchetto del 183°, che hanno “innalzato” i loro FOLGORE per le vie e nelle piazze di Filottrano e Sforzacosta.

In rappresentanza di tutte le associazioni d’arma erano presenti il Medagliere Nazionale dell’ANPd’I i labari delle sezioni Anpd’I di Ancona, Fermo, San Ginesio, Rimini, il regionale Marche dell’Associazione Nembo, quello dell’associazione del Nastro Azzurro di Ancona, la bandiera della sezione ANC di Filottrano.
Dopo l’alzabandiera e l’esecuzione dell’Inno Nazionale, il Sindaco Lauretta Giuilioni accompagnata dalle autorità presenti e dal Gonfalone della Città si è recata sui siti dei monumenti ai Caduti per deporre corone di alloro cui sono seguite le note del Silenzio eseguite dalla prima tromba della Banda Cittadina. A concludere la cerimonia la mesa ala campo officiata dal parroco di Filottrano.


Il giorno successivo a Sforzacosta località passo del Bidollo, ANPd’I Ancona e Città di Tolentino hanno ricordato i paracadutisti del NEMBO Caduti nel forzamento del fiume Chienti che ha costituito un dei momenti chiave nei combattimenti per la librazione di Macerata negli ultimi giorni del giugno 1944. Erano presenti alla Cerimonia Il Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi accompagnato dal Gonfalone della Città, il Medagliere Nazionale ANPd’I ed i labari ANpd’I di Ancona, Fermo e di San Ginesio, oltre ad altre autorità locali e rappresentanze di associazioni Combattentistiche e d’Arma L’alzabandiera e l’appello nominale dei Caduti ha preceduto la benedizione impartita dal parroco di Sforzacosta . Con l’ allocuzione del Sindaco Pezzanesi si è chiuso un fine settimana vissuto, pur e nonostante e limitazioni imposte dalla normativa Covid 19, nel segno del ricordo e della pieno spirito paracadutistico.

Leggi anche