CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 07/01/2021

FORESTALI CONFLUITI NEI CARABINIERI: LA AVVOCATURA DI STATO DA’ PARERE CONTRARIO

Nel 2016, il Corpo Forestale dello Stato veniva assorbito dall’Arma dei Carabinieri. Il governo italiano , pronunciatosi attraverso la avvocatura ha ammesso in Dicembre che quel provvedimento ha violato l’art.11 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo (libertà sindacale).Il decreto legislativo contrestato è il numero 177 del 2016.

L’Avvocatura dello Stato conferma quanto già dichiarato dalla corte europea dei diritti ,ovvero che il trasferimento dei forestali nell’Arma avrebbe leso diritti fondamentali, perchè modificava il diritto alla libera associazione sindacale (art. 39 Cost.) e il diritto di sciopero (art. 40 Cost.) dei forsestali che fino al 2016 era un corpo civile, vincolandoli a leggi dello status militare , che impedivano la libertà sindacale.

Il legislatore, dice l’avvocatura, non avrebbe approfondito gli aspetti negativi del provvedimento, rendendoli impugnabili-

Nel frattempo però la pronuncia 120/2018 della Corte costituzionale ha cancellato il divieto di associazione sindacale per le Forze armate e le forze di polizia a per l’ordinamento militare.
Il Parlamento non ha ancora approvato la legge, ma già varie associazioni si sono costituite con il semplice assenso ministeriale ,pur non essendo ancora operative. Nel frattempo ci sono già proposte per greare la Polfor ( Polizia forsetale). sotto il ministero degli interni.

Leggi anche