CRONACA AGGIORNATA OGNI ORA

Condividi:

Pubblicato il 30/05/2019

I CAVALIERI PARACADUTISTI DEL SAVOIA CAVALLERIA ALLA ESERCITAZIONE A FUOCO “SCIPIO 2019” A MONTEROMANO

Grosseto, 30 maggio 2019. Con una esercitazione di distaccamento esplorante, condotta in due fasi, si è conclusa nella giornata di ieri l’attività addestrativa denominata “SCIPIO 2019”.

Nell’ambito delle varie attività connesse con l’approntamento per i prossimi impieghi in Teatro Operativo, il Reggimento “Savoia Cavalleria” (3°) ha affrontato una intensa attività addestrativa presso il poligono di Monteromano.

Dopo una prima fase in cui ha partecipato alla esercitazione “SCORPIONE”, il reparto ha condotto attività di pattugliamento, scorta convogli e reazioni automatiche immediate utilizzando le realistiche capacità di simulazione del locale C.A.T. (Centro di Addestramento Tattico).

Il culmine dell’attività è stato l’atto tattico durante il quale gli squadroni dell’unità esplorante della “Folgore” hanno condotto le attività specifiche della cavalleria paracadutisti perfezionando contestualmente le capacità d’impiego, l’integrazione ed il coordinamento con gli assetti provenienti dall’8° reggimento guastatori paracadutisti “Folgore” e del 41° reggimento “Cordenons” con i suoi UAV “Raven”.

L’esercitazione ha rappresentato altresì un importante test per la verifica dell’attività di comando, controllo e di coordinamento fra il plotone esplorante, da poco rientrato dalla esercitazione multinazionale “IMMEDIATE RESPONSE” sviluppata tra la Polonia e la Slovenia, e lo squadrone esplorante medio rinforzato da un plotone blindo centauro.

I cavalieri paracadutisti con la propria potenza di fuoco e con l’attività di esplorazione, tipica dell’Arma di Cavalleria, rappresentano una pedina fondamentale in grado di ampliare lo spettro di impiego in Operazioni della Brigata Paracadutisti Folgore.


Leggi anche